Treni soppressi e ritardi sistematici: contro Trenitalia scende in campo il Comitato dei pendolari pugliesi

Il nuovo orario regionale scontenta chi ogni giorno si muove sui binari, causa riduzione corse e disservizi. Da qui una serie di richieste degli utenti di Trenitalia all'azienda

Il Comitato Pendolari Pugliesi, in occasione della conferenza stampa del 4 febbraio prossimo, si rivolge alle Autorità Regionali e di Trenitalia presenti, per rendere noto quanto segue, restando in fiduciosa attesa di una risposta ufficiale.

"L’entrata in vigore del nuovo orario treni (decorrenza da dicembre 2018) nella nostra Regione ha dato luogo a una serie di disagi evidenziati anche dalle osservazioni fatte dall'Assessore regionale competente al gestore della rete ferroviaria. Lo testimoniano, anche, i numerosi articoli apparsi sui media locali in questo periodo. Da dicembre ad oggi sono stati moltissimi i treni regionali (e non) che hanno presentato ritardi anche significativi. Inoltre, il disagio causato dalla soppressione dei treni Frecciabianca (in fasce orarie davvero critiche per le esigenze dei pendolari) continua a destare insoddisfazione da parte di molti utenti e i nuovi treni Alta Velocità subiscono spesso ritardi dovuti soprattutto all’arretratezza dell'infrastruttura nella nostra regione. Il recente rapporto Pendolaria di Legambiente mostra altresì che si è allungata ulteriormente l'età media dei nostri convogli (>20 anni), ma al contempo negli anni è cresciuto pure il numero dei pendolari che li utilizzano. Al fine di non disincentivare l'uso del treno, sarebbe utile tenere conto dei disagi nelle vite quotidiane, auspicando che sia sempre crescente l'investimento di risorse in questo settore cruciale. Viste le caratteristiche dei treni circolanti nella regione e delle peculiarità infrastrutturali, le esigenze dei pendolari pugliesi, infatti, si riassumono: nella rapidità dei viaggi per poter raggiungere la propria sede di lavoro e la propria abitazione; nella possibilità di usufruire di tutti i tipi di treni che percorrono una tratta; 3.nella puntualità degli spostamenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Apprezziamo - continuano - la proposta di una Carta Tutto Treno che consenta ai pendolari con abbonamento regionale di fruire anche dei treni intercity e frecciabianca, ma la consideriamo comunque insufficiente visto che rimane esclusa la possibilità di usufruire dei treni ad Alta Velocità che sia al mattino che al pomeriggio coprono comunque fasce orarie cruciali per i pendolari. Il Comitato Pendolari Pugliesi propone dunque che detta Carta Tutto Treno consenta di fruire anche dei treni Alta Velocità che tra l'altro, come anche ribadito da Trenitalia, da qui ai prossimi mesi saranno sempre più numerosi sulla tratta e sostituiranno così i treni intercity e frecciabianca esistenti. Inoltre, si chiede di poter continuare a fruire dei treni Alta Velocità recentemente introdotti, tenendo allineato il prezzo dell'abbonamento con quello per i treni Frecciabianca, vista la riduzione dell'offerta ferroviaria di questa fascia. In ultimo, per i pendolari frecciabianca e alta velocità, si propone di prevedere la possibilità di usufruire del trasporto regionale, con una piccola integrazione, come avviene in altre regioni italiane".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento