Sciopero nazionale dei trasporti: il 24 luglio stop anche a Foggia di ferrovie, porti, trasporto pubblico, merci e logistica

Lo hanno deliberato gli esecutivi nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti “per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte ‘Rimettiamo in movimento il Paese’ indirizzata al Governo”. Si prosegue il 26 luglio

“Sciopero nazionale il prossimo 24 luglio in tutti i settori del trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi, autonoleggio e il 26 luglio in tutto il trasporto aereo”. Lo hanno deliberato gli esecutivi nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti “per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte ‘Rimettiamo in movimento il Paese’ indirizzata al Governo”.

“Per la prima volta nella storia più recente il Governo che si contraddistingue per l’assenza di risposte strategiche, non ha mai convocato le organizzazioni sindacali e lo ha fatto solo per sporadici incontri per la gestione delle singole crisi. A seguito di questo bisogno di scelte si deve aprire un confronto punto per punto su infrastrutture, politica dei trasporti e regole ed arrivare alla sottoscrizione di un Patto per i Trasporti che parta dall’aggiornamento del Piano Generale dei Trasporti e della Logistica e che tenga conto delle esigenze di mobilità di persone e merci.

“L’Italia, dal punto di vista infrastrutturale, rischia di diventare la cenerentola d’Europa se non si sbloccano le opere che la fanno viaggiare fra sud e nord a due velocità. Il sistema di regolazione dei trasporti sta penalizzando sia le lavoratrici che i lavoratori del settore. Basta osservare cos’è accaduto nel trasporto aereo, dove al crescere del traffico una serie di aziende, anziché svilupparsi, sono entrate in crisi che durano tuttora.

Allo stesso tempo nel settore ferroviario la liberalizzazione ha aperto le infrastrutture senza garantire alle imprese italiane condizioni di reciprocità verso i paesi europei. Inoltre le dichiarazioni dell’Autorità di regolazione dei trasporti destano inquietudine per i provvedimenti che dovrebbero colpire Rfi, mentre non è ben chiaro cosa si intenda  per  “aggiornamento  del  rapporto  concessionario  per  le  autostrade. “Il Paese e i lavoratori dei trasporti hanno bisogno di regole, pianificazione e programmazioni. Siamo uniti per vincere la battaglia che abbiamo iniziato con gli scioperi nazionali di maggio scorso. Questo non è uno sciopero contro i due partiti al Governo, ma è uno sciopero politico contro l’immobilismo di questo Governo. Senza trasporti moderni ed efficienti, con tutti i lavoratori tutelati dai Ccnl, questo Paese non potrà ripartire”.

Pertanto le scriventi Federazione Territoriali con la presente aderiscono alla prima azione di sciopero generale nazionale di tutte le lavoratrici e i lavoratori dei trasporti, proclamata dalle rispettive Federazioni Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil per il giorno 24 luglio 2019.

Per la Provincia di Foggia l’astensione seguirà le seguenti modalità. 

Per il settore noleggio con conducente: personale di esercizio: 4 ore dalle ore 10.00 alle ore 14.00. Restante personale  non direttamente connesso alla mobilità delle persone: ultime quattro ore del turno

Servizio Scuolabus con affidamento pubblico: Dovrà comunque essere garantito il trasporto domicilio istituto scolastico degli scolari e degli studenti per almeno il 50% della prestazione intendendosi in alternativa come servizio di andata o ritorno dall'istituto scolastico, anche in questo caso l'articolazione verrà precisata allivello locale/aziendale. Quanto sopra nel rispetto della specifica disciplina di esercizio del diritto di sciopero, applicata nel segmento di attività (Accordo Collettivo Nazionale in materia di norme di garanzia del funzionamento dei servizi pubblici essenziali nell'ambito del comparto Regioni Autonomie Locali Personale non dirigenziale sottoscritto in data 19 settembre 2002, valutato idoneo dalla Commissione di garanzia con Deliberazione 02/181 del 25.09.2002, pubblicato in G.U. n. 256 del 31.10.2002) e degli orientamenti consolidati  dall'Autorità .

 Il trasporto disabili viene comunque garantito intera prestazione ordinaria al 100%. Le OO.SS. si rendono disponibili da subito ad effettuare incontri a livello aziendale per la definizione dei servizi minimi da garantire in occasione del presente sciopero.

Per il settore trasporto pubblico locale. Trasporto Urbano: Personale di Esercizio: (Operatori di Esercizio, Verificatori TV, Addetti all’esercizio): 4 ore con modalità dalle ore 8:30 alle ore 12:30 nel rispetto delle fasce di garanzia aziendali; personale Impianti Fissi (Uffici, Depositi, Officine, Rimesse, Sosta): ultime 4 ore della giornata lavorativa; personale connesso e funzionale  al servizio di mobilità delle persone  (biglietterie, attività accessorie di manutenzione,  ecc.): 4 ore con la medesima  articolazione  del Personale di Esercizio;

Trasporto Extraurbano: Trasporto Ferrovie Regionali  (Trazione, Scorta, Verificatori VT, Stazioni): 4 ore con modalità  dalle ore 20:00 alle ore 24:00 nel rispetto delle fasce di garanzia aziendali; Trasporto extraurbano su gomma: (Operatori di esercizio, Verificatori TV Addetti Esercizio) 4 ore con modalità dalle 20,00 alle 24,00 fermo restando il rispetto delle fasce di garanzia aziendali o servizi individuati come da garantire; Personale connesso e funzionale  al servizio di mobilità delle persone  (biglietterie, attività accessorie di manutenzione,  ecc.): 4 ore con la medesima  articolazione del  trasporto su gomma. Restante personale  non direttamente connesso alla mobilità delle persone:  ultime quattro ore del turno.L'astensione avverrà nel rispetto delle prescritte fasce di garanzia e durante l'astensione saranno garantite le prestazioni dei servizi minimi indispensabili cosi come previste dalle leggi, dai regolamenti e dagli accordi vigenti.

Per il settore trasporto merci e logistica: 4 ore di sciopero, nelle ultime quattro del turno. Verrà garantita l’effettuazione dei servizi che seguono: a) trasporto di carburante alla rete di pubblico approvvigionamento e di combustibile da riscaldamento; b) raccolta e distribuzione del latte; c) trasporto di animali vivi; d) trasporto di medicinali e forniture per ospedali e case di cura; e) trasporto di prodotti alimentari di prima necessità. f) acqua potabile mediante autobotti

Per il settore trasporto aereo: Le scriventi Segreterie Territoriali con la presente aderiscono alla prima azione di sciopero nazionale di tutte le lavoratrici e i lavoratori del trasporti aereo, proclamata dalle rispettive Federazioni Nazionali  Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil per il giorno 26 luglio 2019 (escluso ENAV). Di seguito indicazioni, articolazioni e modalità per il settore, specifiche per aziende/territorio per la giornata di sciopero del 26 luglio 2019: 4 ore di sciopero dalle 10.00 alle 14.00

Per tutti i settori dei traporti verranno garantiti i servizi minimi così come definiti nelle singole regolamentazioni, realtà aziendali e/o negli accordi tra le Parti. Le scriventi Organizzazioni Sindacali si rendono disponibili da subito ad incontri per la definizione dei servizi minimi da garantire in occasione del presente sciopero, per tutti quei settori dove la disciplina ne prevede tale definizione in occasione della singola azione. Nel rispetto del principio di rarefazione oggettiva in occasione di scioperi plurisettoriali, così come definito dall’Autorità nella Delibera n.09/619, valgono, se previste per il territorio di nostra competenza, le esclusioni già specificate nella proclamazione di sciopero nazionale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Terribile incidente: morti imprenditore e il nipote 15enne, dimesso autista di Cerignola ma una ragazza è gravissima

  • Maxi rissa a Foggia, paura e sangue in via Bagnante: il bilancio è di sette arresti e due persone in ospedale

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Arriva la tempesta di grandine, vento e fulmini: è allerta 'arancione' sul Gargano e Basso Fortore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento