Biccari conquista tutti: turisti da tutta Italia per dormire nella bubble room nel bosco

Entusiasti gli ospiti, giunti sui Monti Dauni da tutt'Italia (e non solo): così il comfort di una stanza di hotel si fonde con la suggestione del soffitto trasparente per far sentire gli ospiti completamente immersi nella natura

La bubble room

Dalla Toscana alla Liguria, dall’Abruzzo alla Lombardia, dalla vicina Bari, ma anche da Zurigo. In queste settimane sono tantissimi i viaggiatori che hanno scelto di provare l’esperienza unica di dormire sotto le stelle nella bubble room di Biccari, nei Monti Dauni, dove la Puglia semisconosciuta e montana si tocca con il beneventano ed il Molise. 

Installata dalla Cooperativa di Comunità di Biccari (un altro interessante esperimento avviato da un paio di anni in collaborazione con l’associazione Borghi Autentici d’Italia) nei pressi di Lago Pescara, nell’area naturalistica di Monte Cornacchia (che con i suoi 1151 metri rappresenta il punto più alto dell’intera Puglia), la bubble è una mini casa pop up, un alloggio temporaneo concepito e realizzato in Belgio da un team di designer e progettisti che hanno voluto dare una svolta al concetto di pernottamento nella natura coniugando il comfort di una stanza di un hotel con la suggestione del soffitto trasparente per far sentire gli ospiti completamente immersi nella natura.


Entusiasti gli ospiti, ecco i primi commenti: “Un’esperienza sensoriale. Entrare nella bolla vuol dire lasciarsi fuori il mondo esterno. Dai rumori, allo stress, problemi, preoccupazioni, nella bolla ci si sente protetti dalle braccia degli alberi e coccolati dai fruscii della natura. Un posto meraviglioso dove non bisogna fare altro che svuotare la mente e godersi questo momento unico! Un consiglio: lasciatevi trasportare! Grazie per averci fatto passare un momento così bello”. Alla famiglia Entu, fanno eco Elisa e Davide: “Da tempo sognavamo di passare una notte immersi nella natura, sotto le stelle… Il sogno si è realizzato con la notte nella bubble a Biccari! Il turbinio moderno non ci permette di apprezzare il silenzio, posti come questo riconciliano il contatto con le nostre origini: il fruscio del vento tra gli alberi, il gracidare delle rane nel laghetto ed il buio assoluto illuminato solo dalla luna piena ci hanno accompagnato in questa notte. Grazie per questa esperienza!”.


Ed ancora: “Un’esperienza mozzafiato nella bellezza selvaggia della Puglia”; “Bellissima esperienza a cielo aperto. Accoglienza ottima, piena di coccole! Un nuovo modo di dormire immersi nella natura. Da rifare!”; “Vedere le stelle come se fossimo nel bosco a cielo aperto di notte è davvero impagabile!”. Sono solo alcuni dei numerosi commenti postati sulle pagine social della Cooperativa di Comunità. Diversi anche i complimenti per l’ospitalità, l’accoglienza e la disponibilità assicurate da Antonella e Marinella (le due socie della cooperativa che si occupano degli ospiti), per i buonissimi cesti da picnic a base di prodotti tipici locali e per gli altri servizi offerti dalla Cooperativa di Comunità alla scoperta di un territorio davvero sorprendente. 

Particolarmente emozionanti, infine, le parole di chi, come la famiglia Rotolo, ha regalato un sogno ai propri bambini oppure di Michela ed Angelo che nella bubble hanno deciso di festeggiare il loro primo anniversario di matrimonio in compagnia del loro piccolo Alessio di soli 45 giorni:    
“Una notte sotto le stelle. Un’esperienza magica dormire nella bubble room sul Monte Cornacchia (Biccari) a due passi dal lago Pescara è stato splendido. I nostri bimbi ci avevano detto: “Mamma e Papà vogliamo dormire sotto le stelle!” e noi grazie alla cooperativa di comunità di Biccari abbiamo potuto realizzare il loro sogno. Siete persone meravigliose, gentilissime e disponibilissime, continuate così, continuate a regalare sogni a grandi e piccini! Grazie di vero cuore”.

“Un’accoglienza molto calorosa. Un anniversario di matrimonio festeggiato nel migliore dei modi. Un piccolo di 45 giorni che ha vissuto un’esperienza sicuramente diversa con mamma e papà. Stare in mezzo alla natura, dormire nel bosco, vicino al lago, con tanti confort, ammirare le stelle, sentire il fruscio del vento, godersi ogni attimo…. Per noi la bubble room non è stata una piccola, ma una grande avventura! Grazie mille e complimenti a tutti voi della cooperativa di comunità di Biccari, per le idee, l’impegno e la realizzazione delle attività… continuate così!” Per tutti gli ospiti, quindi, un’esperienza davvero unica. Per la piccola Biccari un modo intelligente e coraggioso per farsi conoscere e creare opportunità, sposando formule innovative di turismo sostenibile che non ha bisogno di grosse risorse, di costruire o di intervenire sul paesaggio per proporre esperienze e valorizzare i territori. 

“I dati di Travel Appeal, la startup specializzata in Intelligenza Artificiale al servizio della Travel Industry, parlano chiaro: in Italia cresce sempre di più il numero dei turisti che quando viaggiano scelgono dei soggiorni alternativi”, commenta il sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna. “Il turismo ambientale, sostenibile ed esperienzale, come dimostra l’esperienza che stiamo facendo a Biccari non solo con la bubble room, ma anche con il Bed&Tree del Parco Avventura (le case sugli alberi nel bosco) ed altre iniziative, può essere una grande opportunità per i piccoli borghi delle aree interne fuori dai grandi circuiti ma con tante risorse da far conoscere. Noi ci crediamo e nonostante le tante difficoltà andiamo avanti su questa strada, presto con nuove proposte ed offerte per chi vorrà venire a trovarci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale, auto esce fuori strada e si schianta contro un albero: muore 44enne

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Grave incidente stradale in A14: sei feriti in tre tamponamenti, grave un uomo di Manfredonia

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Aggredita dai vicini per una colonia felina, finisce in ospedale volontaria animalista: "Colpita in faccia con un portachiavi appuntito"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento