La settimana nazionale del Pronto Soccorso, fino al 22 giugno anche a Foggia

Medici e infermieri, istituzioni e cittadini insieme per capire meglio come funziona l'emergenza sanitaria e come farla funzionare meglio. Dibattiti e incontri in luoghi pubblici delle principali città italiane

Dal 16 al 22 giugno la Società Italiana di Medicina di Emergenza-Urgenza (Simeu) organizza sul territorio delle diverse regioni italiane la Settimana Nazionale del Pronto Soccorso: medici e infermieri Simeu, in collaborazione con le Associazioni dei pazienti e le Associazioni di Volontariato (Croce Rossa Italiana, Associazione Volontari Ospedalieri, Pubblica Assistenza TUR 27, Ordine di Malta) e le istituzioni locali, organizzeranno incontri, dimostrazioni di manovre di primo soccorso e altre occasioni di confronto con la popolazione, anche fuori dagli ospedali, in luoghi inconsueti per l’emergenza.

Anche il Pronto Soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia, diretto dal dott. Vito Procacci, ha aderito ufficialmente a questa iniziativa. Sono 24 milioni gli italiani che ogni anno si rivolgono ai Pronto Soccorso degli ospedali: spesso, nel 25% dei casi, oltre che casi sanitari, si presentano anche problemi di tipo sociale come i casi di abuso sessuale, anziani malati e fragili, con patologie complesse e condizioni economiche svantaggiate, tossicodipendenti, senza dimora, stranieri irregolari. Perché si aspetta in Pronto Soccorso, a cosa è dovuto il sovraffollamento, come funziona l'emergenza sanitaria, quale tipo di assistenza si trova in pronto soccorso: a queste domande si cercherà di dare una risposta alla cittadinanza, spiegando dinamiche e trasformazioni in atto nel mondo dell'emergenza-urgenza.

I DATI DELL'EMERGENZA SANITARIA IN ITALIA | 24 milioni gli accessi ogni anno in pronto soccorso; di questi circa l'84% viene dimesso dopo aver risolto il problema di salute grazie alle cure ricevute in pronto soccorso e solo poco più del 15% viene rico