Buone notizie sui Monti Dauni: dopo la frana riapre la Sp 5

Riaperta la strada provinciale 5 che collega Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia, Casalnuovo Monterotaro e Pietramontecorvino. La soddisfazione dei sindaci

I sindaci dei Monti Dauni e l'assessore provinciale ai Lavori Pubblici

Da domenica 3 luglio la strada provinciale 5 che per alcuni mesi, a causa di una frana, ha isolato i comuni di Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia, Casalnuovo Monterotaro e Pietramontecorvino – creando notevoli problemi a pendolari, aziende e lavoratori – è stata riaperta al traffico.

Soddisfatti i sindaci dei quattro comuni, che ringraziano i loro concittadini, le attività, il prefetto e la provincia di Foggia. In merito ai finanziamenti stanziati per le arterie dei Monti Dauni, i primi cittadini esultano: “Ci stiamo riappropriando della dignità sottrattaci in passato ma mai del tutto sopita nei fieri animi delle nostre genti”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

  • Ingerisce una sostanza nociva, errore fatale a Monte Sant'Angelo: Donato Ciuffreda non ce l'ha fatta. "Un ragazzo buono"

  • Coronavirus: due casi in provincia di Foggia, solo quattro in tutta la Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento