La Fontana del Sele verso la riaccensione. Amiu: "Ci scusiamo per il ritardo, materiali difficili da reperire"

La giustificazione: "Le operazioni hanno subito un ritardo per la complessità di reperimento del materiale sul mercato. Ma siamo prossimi al completamento lavori"

La Fontana del Sele

"La riaccensione della Fontana del Sele è in dirittura d’arrivo. Siamo alle prese con gli ultimi dettagli tecnici necessari per procedere all’accensione definitiva. Siamo chiaramente in una condizione di ritardo, per la quale ci scusiamo con i cittadini".

Così l'Amiu in una nota ufficiale: "Siamo consapevoli del valore storico della Fontana del Sele. E proprio per questo abbiamo lavorato affinché ogni intervento, da quelli sulla conduttura idraulica – che presentava più di un problema strutturale – alla parte relativa alle luci, sino alla scelta della vernice da utilizzare, fossero al passo con i tempi ed adeguati all’importanza del ben e su cui si sta operando".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Proprio in quest’ottica, le operazioni riguardanti questo bene hanno subito un ritardo legato alla complessità di reperimento del materiale sul mercato. Siamo quindi prossimi al completamento dei lavori, cui farà seguito anche una dettagliata attività tesa a rendere noti i consumi della fontana, a dimostrazione dell’efficacia di un intervento che punta non solo a restituire alla nostra città il simbolo dell’arrivo dell’acqua ma che vuole anche farlo dentro una logica intelligente di razionalizzazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

Torna su
FoggiaToday è in caricamento