Royalties per i Monti Dauni, l'ira di Gatta: "Sdegno per le scelte della Regione, Emiliano faccia dietrofront"

Il vice presidente del Consiglio Regionale: "Il governo pugliese ha dato un colpo di spugna, destinando quei fondi ad interventi per fronteggiare l’immigrazione e ad altre questioni che, seppur meritevoli di attenzione, non riguardano la provincia di Foggia"

Giandiego Gatta

“La difesa del territorio dauno vede la buona politica graniticamente unita ed è per questo che mi unisco allo sdegno del collega De Leonardis per gli 11 milioni di euro che erano destinati a sette comuni del Subappennino come royalties a fronte delle attività di estrazioni di idrocarburi, e che oggi non lo sono più”.

Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. “Ragion per cui - aggiunge - non possiamo esimerci dal chiedere conto al presidente Emiliano sui motivi che lo hanno indotto a proporre e varare una variazione al Bilancio così nefasta e ingrata per il territorio foggiano. I fondi complessivi ammontano a 23 milioni e la legge regionale del 2002 ne vincolava l’utilizzo per finanziare opere economiche ed interventi di miglioramento ambientale nelle zone interessate alle estrazioni. E, invece, con delibera di Giunta del 20 marzo, il governo pugliese ha dato un colpo di spugna, destinando quei fondi ad interventi per fronteggiare l’immigrazione e ad altre questioni che, seppur meritevoli di attenzione, non riguardano la provincia di Foggia. Interventi che nulla hanno a che fare con l’esigenza di ristorare territori devastati da una politica energetica incapace di guardare lontano e di preservare le nostre bellezze per consegnarle ai nostri figli. Mi auguro che il presidente Emiliano, che ha sbandierato in più occasioni la sua sensibilità ai temi ambientali e alla tutela del paesaggio, possa offrirci delle spiegazioni esaustive ma, soprattutto, l’auspicio è che non manchi di coerenza e annunci, quindi, un immediato dietrofront”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento