Panni all'anno zero, uffici e ospedale senza linea telefonica. Il sindaco scrive al Prefetto: "Rischi e disagi"

Il centro dei Monti Dauni isolato da due settimane. La linea Telecom non funziona. Impossibile finanche il servizo di guardia medica. Segnalazione urgente del primo cittadino al Prefetto di Foggia

Panni, anno zero. Non bastassero i disservizi datati che scontano i Monti Dauni, ora ci si mette anche la linea fissa telefonica. E’ di due giorni fa l’esposto che il sindaco, Pasquale Ciruolo, ha inviato al Prefetto di Foggia per denunciare l’isolamento del suo Comune a causa di Telecom. Da due settimane è impossibile il “regolare svolgimento delle funzioni ordinarie e straordinarie degli Uffici comunali in quanto gli stessi sono impossibilitati a comunicare con gli enti e le amministrazioni preposte, mettendo a rischio l’amministrazione comunale che rischia di incorrere in sanzioni e revoche di finanziamenti”. Non bastasse, “tale disservizio mette a rischio il regole svolgimento delle attività della struttura Ospedale di Comunità – RSSA oltre quello del servizio di Guardia Medica ospitato dalla stessa struttura, creando rischi e disagi all’intera popolazione” scrive il sindaco. Che aggiunge di aver proceduto più volte alla segnalazione del disservizio senza però ricevere alcun riscontro da parte del gestore della rete telefonica Telecom.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO - Brumotti irrompe nel quartiere 'Fort Apache' di Cerignola: non solo droga, "qui si preparano gli assalti ai blindati"

  • Si sfiora la rissa in Chiesa, zuffa tra parrocchiani e neocatecumenali (che vogliono la corona misterica): "Giù le mani dal crocifisso"

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Ultima ora - Arresti all'alba nel Foggiano: scoperti rifiuti interrati nel Parco del Gargano

  • Figlio va a trovare il padre (boss di Foggia), introduce droga e micro-cellulari nel carcere di massima sicurezza: arrestato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento