Storie di intimidazione e vessazione, Tasso porta il 118 foggiano in Parlamento: "Basta, voglio vederci chiaro"

Intervento a Montecitorio del deputato manfredoniano. "Le storie che ho ascoltato, se dovessero essere confermate, farebbero emergere una situazione di vessazione ed intimidazione vergognosa"

"Sono francamente mortificato ed esterrefatto nel dover nuovamente evidenziare la richiesta di aiuto degli operatori del 118 della provincia di Foggia. Dopo il mio intervento del 14 settembre scorso in aula, dopo aver partecipato ad incontri pubblici con vertici aziendali e rappresentanti istituzionali regionali, mi illudevo che le ragioni che avevano provocato proteste ed iniziative di lotta fossero state affrontate, che il buonsenso nei confronti di lavoratori, ma prima di tutto padri di famiglia, avesse avuto la meglio". Così il deputato ex M5S manfredoniano Antonio Tasso a Montecitorio.

"Invece - continua-, non solo dalla stampa, ma anche da mail, lettere e messaggi che mi arrivano personalmente, apprendo che il disagio decennale dovuto alla continua precarietà, non solo lavorativa, ma anche di diritti e dignità, continua e assume sempre più i connotati della vessazione e della intimidazione, con lo spettro, e talvolta con l’attuazione, di licenziamenti o sospensioni di turnazione. Apprendo delle tante difficoltà degli operatori del servizio del 118 a poter garantire una vita dignitosa alle proprie famiglie; di una formazione continua del personale che, spesso, viene pagata dallo stesso lavoratore, così come, addirittura, in diversi casi, la divisa da lavoro.

Ora, personalmente, sono stato, qualche giorno fa, a raccogliere le istanze di questi lavoratori. Ho con me un cospicuo numero di segnalazioni e con queste, con i rappresentanti sociali, andremo, nuovamente ad interloquire con i vertici aziendali e regionali, per capire, una volta per tutte, a che punto è l’attivazione dell’AREU (azienda regionale emergenza urgenza) e quali sono le cause che ostano il passaggio di tali lavoratori alla società in house Sanità Service. Ma soprattutto, occorre far luce sui rapporti tra le Associazioni, la ASL, la Regione ed i lavoratori. E’ questo che viene richiesto ai rappresentanti istituzionali ed è questo che io farò".

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

  • Incidente sulla Statale finisce in rissa: in due finiscono al pronto soccorso, coinvolto anche un foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento