Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, eccellenza gestionale oltre che clinica

tra le novità: la Fondazione è la prima struttura sanitaria riabilitativa ad offrire una applicazione mobile - una App specifica - per continuare anche a domicilio il mantenimento del proprio programma riabilitativo

L'App della Fondazione

La Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus dei Frati Minori Cappuccini della Provincia Religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio, dopo mesi di intensa attività da parte di società leader nel settore, è stata sottoposta alle consuete ispezioni valutative finalizzate a raggiungere le certificazioni di qualità e l’implementazione di sistemi e piani aziendali aventi l’obiettivo di elevare l’Ente ad eccellenza organizzativa e gestionale oltre che clinica.

Traducendo i principi cardine della norma, nella realtà del contesto, garantendo il rispetto dei requisiti legislativi nazionali e regionali (Sistemi di Accreditamento), integrando e coordinando le indicazioni cliniche delle Società Scientifiche (Good Clinical Practice) e gli eventuali programmi di accreditamento professionale e di Miglioramento della Qualità ha raggiunto la Certificazione ISO 9001, ovvero l’attestazione imparziale e indipendente del livello qualitativo succitato.

Contemporaneamente, la Fondazione si è dotata del modello organizzativo ai sensi della Dlgs 231/01 e di un organismo di vigilanza e controllo e di un sistema interno di codici etici e sanzioni, utili al fine di codificare le operazioni interne, prevenire gli illeciti, ottenendo il risultato di ridurre ed escludere la responsabilità collettiva in caso di un illecito da parte di un amministratore, dipendente, collaboratore dell’ente stesso (illecito che, se commesso, rimarrà ad esclusivo carico dell’autore del reato).

Una responsabilità amministrativa orientata alla massima trasparenza organizzativa e gestionale, all’anticorruzione e all’antiriciclaggio per prevenire i reati contro la pubblica amministrazione: malversazione, indebita percezione di contributi e fondi pubblici reati societari, false comunicazioni sociali, impedimento controllo dei conti e della contabilità, illegale ripartizione di utili, conflitto di interessi;  reati ambientali; omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza degli utenti e degli operatori.

Inoltre, la Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, si è dotata di un Piano Aziendale per la Privacy quale strumento essenziale per adeguare correttamente la propria organizzazione interna alla normativa vigente (196/03) e futura (Regolamento (UE - 2016/679) sulla protezione dei dati personali. L’applicazione del Codice sulla Privacy è stata un’occasione per riorganizzare il sistema informativo aziendale, dare una struttura ai flussi di dati in entrata ed in uscita e implementare un’adeguata protezione alle proprie banche dati considerando l’importanza che questa attività riveste per le strutture sanitarie trattando dati sensibili. La Fondazione, quindi, ha richiesto anche la certificazione dei processi con cui garantisce la tutela delle persone fisiche nelle operazioni di trattamento dei dati personali.

Completa il percorso di eccellenza gestionale l’adozione anche di un Piano aziendale di gestione del rischio clinico e sicurezza del paziente in ottemperanza alla recentissima legge Gelli-Bianco n. 24/2017. Oggi, tutte le strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche e private sono tenute alla gestione del rischio clinico e della sicurezza del paziente (GRC). Esse sono obbligate al rispetto di specifici requisiti organizzativi e gestionali a tutela dell’utenza: procedure per evitare le infezioni quali il corretto lavaggio delle mani, alla prevenzione delle cadute, del suicidio dei pazienti, del loro maltrattamento da parte degli operatori, dei pericoli dall’uso di apparecchiature elettromedicali etc.

La gestione del rischio clinico verrà attuata anche con l’ausilio di un software specifico che consentirà agli operatori di segnalare in tempo reale gli eventi sentinella, avversi e/o i quasi eventi nonché all’Ufficio “Qualità e Rischio Clinico” di gestirli. Un’applicazione mobile (App) per smartphone dedicata renderà il tutto più immediato e controllabile da parte degli operatori mentre agli utenti verrà data la possibilità di inviare dai loro cellulari, anche in forma autonoma, i questionari di soddisfazione del cliente nel pieno rispetto dei diritti dei cittadini, in relazione all’umanizzazione dei servizi, alla personalizzazione delle cure, alla tutela della privacy.

A proposito di “app”, la Fondazione è la prima struttura sanitaria riabilitativa ad offrire ai propri utenti e ai loro care giver un'applicazione mobile per continuare anche a domicilio il mantenimento del proprio programma riabilitativo impostato dai Presidi residenziali e ambulatoriali. L’applicazione, prevedrà l’inserimento per ogni utente che ne farà richiesta di una scheda di esercizi riabilitativi o di attività fisica adattata da poter svolgere a casa in completa autonomia o assistito dal proprio care giver finalizzati al mantenimento dei risultati ottenuti in struttura. Gli esercizi saranno decisi durante le riunioni di team dedicate ad ogni paziente e inseriti dai professionisti sanitari che hanno in cura l’assistito.

Il Presidente della Fondazione frate Francesco Colacelli si è detto soddisfatto del percorso finora compiuto dall’Ente sotto il suo mandato: “Molti sono stati i riconoscimenti e le attestazioni di merito ricevute in questi anni. Molte le attenzioni del mondo istituzionale, scientifico e accademico, ma tantissimi e graditissimi i ringraziamenti sinceri da parte di migliaia di utenti e dalle loro famiglie ed è a loro che i Frati Minori Cappuccini della provincia di Sant’Angelo e Padre Pio dedicano i risultati dell’eccellenza clinica erogativa degli ultimi anni e quelli gestionali e organizzativi che ci consentono di raccogliere i frutti di un intenso lavoro dedito al continuo miglioramento della qualità complessiva frutto dei sacrifici dei Frati, dei loro benefattori, dei nostri assistiti e dei nostri Operatori autentici protagonisti di questa incredibile avventura”.

Per il dr. Giacomo Francesco Forte, Direttore Area Strategica, Comunicazione e Marketing (Direzione Esecutiva) e Responsabile dell’Ufficio Qualità e Rischio Clinico della Fondazione, invece, “gli obiettivi raggiunti non rappresentano un punto d’arrivo, bensì uno stimolo ulteriore per aggiungere valore al servizio e su cui costruire un livello qualitativo degno di una struttura importante come la Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus. Le certificazioni, che arrivano dopo le previste ispezioni valutative e audit di qualificati professionisti esperti, valorizzano il nostro Ente e rappresentano un impegno nel tempo, volto alla soddisfazione dei cittadini utenti e al miglioramento continuo delle attività. Il raggiungimento di questi traguardi è la dimostrazione plastica che l’eccellenza in un settore così complesso non è prerogativa solo di alcune regioni, ma che si può ottenere anche nel Mezzogiorno”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Morte Campanaro: chiesti 6 anni per Corvino e la revoca della patente per 30 anni

    • Economia

      A Manfredonia nave con 5500 tonnellate di grano estero. Fissato il prezzo al quintale: 23 euro

    • Cronaca

      Reflui pericolosi nel depuratore di Manfredonia? Il Comune corre ai ripari: “Subito controlli”

    • WeekEnd

      Da 'Borgo in festa' alla dance di Gabry Ponte: tutti gli eventi del week-end

    I più letti della settimana

    • Dalla stazione ferroviaria alle piazze del centro: così architetti e ingegneri reinventano Foggia

    • Da 100 a 2400 euro per i matrimoni e le unioni civili: le cinque location di Foggia per dirsi 'sì'

    • Continui sbarchi di grano dall’estero, ma è potenzialmente contaminato: nave sotto sequestro

    • Sbarchi di grano duro contaminato? Le analisi smentiscono. Italmopa: "Ennesima fake news"

    • Boom di immatricolazioni, Foggia seconda Università d’Italia per incremento di studenti

    • Sul Gargano si pianta il primo seme della rivoluzione del pane: c’è la firma sul manifesto futurista

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento