"L'Housing Sociale? Senza sindacati è un'occasione persa": l'ira di Feneal-Uil

Il segretario provinciale Juri Galasso lamenta il mancato coinvolgimento: "Quella di decidere snodi fondamentali per il futuro della città senza coinvolgere i sindacati di categoria è diventata una cattiva prassi sistematica"

Immagine di repertorio

L’iter procedurale per l’Housing sociale nel Comune di Foggia si avvia verso la fase conclusiva. Un intervento atteso da tempo e fondamentale per affrontare l'emergenza abitativa, incrementando il patrimonio di edilizia residenziale attraverso la riqualificazione, il rinnovo urbano ed il completamento della città.

In merito al proposta - che prevede 27 accordi di programma distribuiti in 4 ambiti di applicazione, che garantiranno l’acquisizione di circa 800 alloggi al Comune di Foggia, di cui la metà sotto forma di cessione di aree edificabili e progettazione esecutiva da destinare all’emergenza abitativa - giunge il “plauso con riserva” del segretario provinciale di Feneal-Uil, Juri Galasso.

"Accogliamo come un dato positivo le notizie sullo stato di avanzamento dell'iter procedurale dell'Housing Sociale a Foggia. Anche se conserviamo parecchie perplessità", spiega il segretario provinciale in merito all'esito della riunione, svoltasi qualche giorno fa a Bari, tra Regione Puglia e Comune di Foggia. "Siamo lieti che una serie di progettualità così importanti per il capoluogo possano finalmente essere in dirittura d'arrivo: si tratta di una risposta importante all'emergenza abitativa. Tuttavia, non possiamo esimerci dal mettere in rilievo alcuni elementi di criticità”.

"Quella di decidere snodi fondamentali per il futuro della città - e per tutta la provincia - senza coinvolgere i sindacati di categoria è diventata purtroppo una cattiva prassi sistematica", prosegue Galasso che rimarca come "la nostra non è una puntualizzazione di principio ma di merito. “Tante volte, infatti, i lavori nei cantieri partono e si bloccano dopo poco tempo per una serie di intoppi burocratici. Molto spesso le aziende che ottengono un appalto decidono di subappaltare ad altri e altri ancora. E dovremmo aprire un capitolo a parte per quelle imprese che non sono in regola con la Cassedile e gli altri enti previdenziali". Ma c'è un dato ancora più preoccupante, secondo il segretario provinciale di Feneal-Uil: "Ciò che più allarma è la congruità rispetto a lavori specifici”.

“È possibile costruire un palazzo con tre operai in tre mesi di lavoro? Quando ci troviamo a casi del genere, ci chiediamo sempre se abbiamo a che fare con dei Superman o semplicemente con qualcuno che cerca di prenderci in giro. I sindacati svolgono una serie di funzioni sancite dallo Costituzione e, per di più, sono in prima linea per quanto riguarda i temi della trasparenza, della legalità  e del rispetto dei diritti dei lavoratori". "Il nostro auspicio è che tutto il processo possa passare attraverso la sottoscrizione di un protocollo d'intesa - con il coinvolgimento dei sindacati di categoria - che veda tra i suoi punti cardine legalità, trasparenza e diritti dei lavoratori. Altrimenti - conclude - si tratterà di un'ennesima occasione sprecata per tutto il territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina paramilitare nei pressi di Cerignola: otto banditi armati (e col trattore) assaltano e portano via tir di sigarette

  • Terribile incidente ad Apricena: impatto violento tra due auto, due feriti gravi e occupanti in fuga

  • Il comandante Emanuela, da un paese foggiano di 800 anime alla carriera in Kosovo: "Per l'Esercito colpo di fulmine"

  • Tragedia in strada: mezzo compattatore in retromarcia investe e uccide un passante

  • Operazione anticaporalato nel Foggiano: arrestati titolari e collaboratori di due aziende agricole

  • Incidente stradale a Foggia: violento scontro tra auto e trattore nei pressi della Statale 16

Torna su
FoggiaToday è in caricamento