Rivoluzione alle Isole Tremiti, c'è il progetto per il nuovo porto: "Opera duplice, fungerà da banchina commerciale e attracco turistico"

Il sindaco Antonio Fentini: "Candidiamo a finanziamento un lungimirante progetto di circa 9 milioni di euro, che cambierà la storia delle Tremiti, i futuri rapporti di lavoro, il commercio, tutto l’indotto turistico"

Dopo aver conquistato la 'Bandiera Blu', le Isole Tremiti centrano un altro risultato: la Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo di 'adeguamento del porto di attracco commerciale e transito passeggeri e realizzazione di riparo ed attracco per imbarcazioni turistiche sull'isola di San Domino'.

"In sintesi - spiega il sindaco Antonio Fentini, candidiamo a finanziamento, un lungimirante progetto di circa 9 milioni di euro, che cambierà la storia delle Tremiti. La ristrutturazione e l’ampliamento del Molo di Scirocco esistente che, con diversa conformazione planimetrica potrà essere utilizzato in modo duplice, come banchina commerciale-transito e come porto turistico, sarà una vera rivoluzione e cambierà radicalmente i futuri rapporti di lavoro, il commercio, tutto l’indotto turistico".

Un progetto (parte del programma di azione e coesione - Pac - infrastrutture e reti 2014-2020 - realizzazione di interventi di recupero waterfront nei territori delle Regioni di Campania-Puglia-Basilicata-Calabria e Sicilia) che rappresenta una vera novità per una riserva naturale marina, istituita allo scopo di conservare, tutelare e valorizzare il patrimonio naturale che caratterizza i fondali tremitesi.

Il progetto redatto dall'ufficio tecnico, dall'architetto Francesco delli Muti, con il supporto specialistico dell'ing. Nicola di Pierno, è un vero modello di architettura marittima: "L’idea progettuale dell’ampliamento del Molo di Scirocco esistente - spiega l’arch. delli Muti - che con diversa conformazione planimetrica potrà essere utilizzato in modo duplice, come banchina commerciale-transito e come porto turistico, consiste nel prolungamento della banchina principale e nel taglio di parte del molo dell’esistente direzione con un completamento del bacino, con una chiusura, con un ulteriore braccio verso san Nicola e Cretaccio, con andamento prima perpendicolare all’attuale banchina e poi ad arco, fino a raggiungere l’attuale testa, portando a benefici su più fronti".

isole tremiti progetto porto-2

La sistemazione del porto permetterà di riutilizzare parte dei materiali ricavati da quello esistente e inoltre si ricaveranno due zone di fruizione: bacino da diporto, riservata alle imbarcazioni turistiche, che potranno usufruire dell’attracco a 4 banchine, per l’ormeggio di 100 imbarcazioni circa di varie dimensioni; e zona Nord, la cui funzione resta quella di attracco delle imbarcazioni riservate all’approvvigionamento ed al transito. Una vera e propria rivoluzione dunque, come già annunciato dal sindaco, che spera nel finanziamento da parte del Ministero dei Trasporti, sempre attento a promuovere sistemi di trasporto sostenibili. Oggi, infatti, le attuali aree non sono idonee per l'ormeggio delle motonavi di linea, che sono costrette ad attraccare in modo anomalo oppure a restare alla fonda, in rada, con i relativi disagi per i passeggeri, in seguito al trasbordo su motobarche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il vento non sarà più un ostacolo - conclude il sindaco Antonio Fentini - la realizzazione di una scogliera in parte sommersa con muro paraonde in sommità, permetterà di proteggere il molo dall’azione del moto ondoso causato dall’azione del vento di Grecale, che è un vento  che si insinua fra Capraia, San Nicola e Cretaccio nonché quello di Ostro e Scirocco seppure con fetch limitati".
Intanto è di poche ore fa la notizia, che anche le Isole Tremiti potranno far sventolare la prestigiosa Bandiera Blu. Se da una parte si esulta per questo riconoscimento, dall’altra si è alle prese con importanti decisioni per fronteggiare la difficilissima stagione turistica alle porte.

“Siamo felicissimi di aver ottenuto questo riconoscimento, in un anno che non dimenticheremo - spiega il sindaco delle isole Antonio Fentini - anche se alle Isole Tremiti per fortuna il Coronavirus non è mai arrivato. Ad ottenere il marchio di qualità è stata la spiaggia 'Cala delle Arene' di San Domino’. Un risultato importante che premia il duro lavoro fatto dall’Amministrazione comunale che oggi guarda all’estate 2020". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Un regalo di nozze agli sposi dalla Regione Puglia: "Se non rimandate il matrimonio all'anno prossimo"

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Straordinario traguardo in Puglia: dal tampone di paziente foggiano isolato e sequenziato genoma di due virus Sars Cov 2

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Paura in un negozio di abbigliamento: titolare reagisce ai banditi armati, ferito alla testa nella colluttazione

Torna su
FoggiaToday è in caricamento