Alluvioni e bombe d'acqua, pioggia di milioni e interventi sul Gargano ("ma non ancora portati a termine")

Di seguito, una nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis

Alluvione a San Menaio

“Lo scorso mercoledì 29 agosto ho presentato un’interrogazione urgente al presidente Michele Emiliano, e agli assessori alle Infrastrutture e Trasporti Giovanni Giannini e con delega alla Protezione Civile, Antonio Nunziante, per avere un report sui finanziamenti e interventi dopo le alluvioni nel Gargano Nord succedutesi negli ultimi anni. Ecco la risposta dell’assessore Giannini, per l’ambito di sua competenza.

“Nell’ambito dell’assessorato, a prescindere dalle emergenze di protezione civile, si effettua la programmazione di interventi per la salvaguardia del territorio in materia di difesa del suolo, da finanziarsi con fondi comunitari POR Puglia 2014-2020 e con le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020”, la premessa. “Nel corso dell’esercizio 2016 è stata avviata la programmazione dei fondi comunitari POR Puglia 2014-2020 in materia di difesa del suolo, a valere sull’Asse V ‘Adattamento al cambiamento climatico, prevenzione e gestione dei rischi’ –Azione 5.1. ‘Interventi di riduzione del rischio idrogeologico’. In particolare, con delibera di Giunta regionale n. 1165 del 26 luglio 2016 è stato approvato un programma regionale di interventi di mitigazione del rischio idraulico in materia di difesa del suolo proprio a valere delle risorse del POR Puglia 2014-2020. Con tale programma sono stati ammessi a finanziamento 19 interventi idraulici per complessivi  80 milioni 142.976 euro, tra cui 4 insistenti sull’area garganica, per i quali è in corso la redazione della progettazione definitiva e/o esecutiva. Per il Comune di Peschici, 4 milioni e 800mila euro previsti per interventi sul Canale Calena e la messa in sicurezza contro le inondazioni della Piana;  per il Comune di San Giovanni Rotondo, 4 milioni e 900mila euro per un intervento di mitigazione del rischio idraulico del territorio urbano; per il Comune di Vico del Gargano, 5 milioni di euro per interventi di messa in sicurezza del torrente Calenella;  per il Comune di Vieste, 3 milioni 676mila euro per lavori di sistemazione idraulica del canale La Teglia.
Per quanto riguarda invece la gestione delle risorse FSC in materia di dissesto idrogeologico, con delibera di Giunta regionale n. 1202 del 28 luglio 2017 è stato approvato il programma di interventi da finanziare con le risorse FSC 2014-2020 per 100 milioni di euro nell’ambito del Patto per lo Sviluppo della Regione Puglia. All’interno dell’elenco comprendente 21 interventi, 6 risultano di appartenenza all’area garganica: per San Giovanni Rotondo, 4 milioni 927.357,38 per un Progetto per la difesa idraulica del territorio comunale; per Peschici, 8 milioni e 700mila euro per la messa in sicurezza contro le inondazioni della Piana-Canale Ulse; per Rodi Garganico, 1 milione e 100mila euro per interventi di mitigazione del rischio idraulico lungo la strada Rodi-Lido del Sole, zona campeggi;  per Apricena, 2 milioni 280mila euro ancora per la mitigazione del rischio idraulico nell’area a nord del centro abitato; per Carpino, 2 milioni e 100mila euro per lavori urgenti di mitigazione del rischio idrogeologico del centro abitato; e infine, per Rodi Garganico, 2 milioni e 250mila euro per un Progetto preliminare della sistemazione idraulica del tratto terminale del Canale Pincio.

Attualmente l’istruttoria del Programma è in corso presso il Ministero dell’Ambiente”, ha spiegato Giannini. Un elenco di interventi urgenti e di estrema necessità, alla luce di quanto accaduto e che continua ad accadere, ancora e sempre in lista di attesa.  Ma dal 2014, sembrerebbe che nessuno  di questi  sia stato portato a termine”.
 

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento