Mattinata: Bordo chiede la messa in sicurezza della galleria SS 89

L'onorevole del Partito Democratico presenta i testi dell'interrogazione al ministro delle Infrastrutture e Trasporti. Servono 4,9 mln per soddisfare l'intervento di manutenzione straordinaria predisposto dall'Anas

Nel 1982 sulla strada statale 89 veniva inaugurata la galleria Monte Saraceno di 2,2,km con l’intento di rendere più fluida e veloce la circolazione dei veicoli lungo le tratte Foggia - Manfredonia e Mattinata - Vieste.

Ventinove anni dopo, come riferisce il deputato Michele Bordo, l’Anas Spa ha ritenuto opportuno predisporre un programma di manutenzione straordinaria che prevede il rifacimento e la messa a norma dell’impianto di ventilazione ed illuminazione, l’adeguamento e l’implementazione della dotazione necessaria per la sicurezza dei mezzi e delle persone, il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale.

L’arteria in questione presenta il più elevato indice di incidentalità mortale della provincia. Il programma di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura, inserito nel Piano di investimenti 2011-2014 (come riferito dal sindaco di Mattinata nel corso di un incontro in Prefettura), comporterebbe un costo di 4,9 mln di euro. Ad oggi sembra proprio che l’intervento non possa essere attuato a causa del mancato stanziamento dei fondi necessari. Per questo motivo l’On. Michele Bordo ha presentato i testi dell’interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il deputato in quota al Partito Democratico, ha affermato che “il Governo ha già tagliato i fondi, 44 milioni, al progetto di messa in sicurezza della statale 89 nel tratto compreso tra la base aeronautica di Amendola e lo svincolo per Manfredonia-Siponto nonostante quest’opera avesse già ottenuto tutti i pareri favorevoli e fosse pronta per la cantierizzazione. C’è da temere che identica fine intenda far fare al piano per la galleria di Mattinata, nonostante i due interventi siano funzionali anche a migliorare l’accessibilità ad una delle più pregiate e frequentate zone turistiche d’Italia, il Gargano” .

In entrambi i casi si potrebbe fornire anche una risposta concreta alla domanda di lavoro in un periodo di grave crisi – conclude Michele Bordo – ma questo, con ogni evidenza, non sembra essere un obiettivo del Governo”.

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento