Franco Landella si dimette dal Consorzio Asi di Foggia: "Ma no al commissariamento, serve buonsenso"

"Una decisione assunta al fine di tenere l'ente al riparo degli scossoni della campagna elettorale". Sulla sentenza del Tar che ha destituito Riccardi, dichiara: "No ad azioni di forza della Regione"

“In ragione delle imminenti elezioni amministrative nella città di Foggia, dunque del rinnovo del Consiglio Comunale e dell’elezione del nuovo sindaco della città, ho inteso rassegnare le mie dimissioni da componente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio ASI. Una decisione assunta al fine di tenere il nostro Consorzio al riparo dai fisiologici ‘scossoni’ della campagna elettorale, tanto più per un Ente come il Comune di Foggia che è azionista di maggioranza del Consorzio".  Così il sindaco di Foggia, Franco Landella.


"Ritengo infatti opportuno e doveroso - continua- che il rinnovo del CdA avvenga all’esito di una tornata elettorale che interesserà anche altri importanti centri della Capitanata. Solo dopo questa consultazione, quando cioè il quadro della rappresentanza politica sarà definito, si potrà avviare un ragionamento sereno sulla governance del Consorzio, anche alla luce della recente sentenza del TAR che ha respinto il ricorso presentato da Angelo Riccardi contro l’inconferibilità dell’incarico di presidente del CdA. È di tutta evidenza, dunque, che occorre in questa fase il massimo dell’equilibrio".


"Da questo punto di vista - sollecita il sindaco- sarebbe auspicabile un incontro tra i soci e la Regione Puglia, nell’ottica della definizione del percorso da intraprendere da qui alla fine della consultazione elettorale. Un percorso condiviso, nel quale, ovviamente, non può essere contemplata alcuna azione di forza finalizzata da un commissariamento del Consorzio che sarebbe ingiustificabile trattandosi di una vera e propria ingenerenza nelle dinamiche interne agli enti associati. Confido quindi - conclude- che la delicatezza del momento e la strategicità della funzione esercitata dal Consorzio inducano tutti gli attori istituzionali ad assumere un atteggiamento ed un comportamento di buonsenso”.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento