Il "Governo del cambiamento" fa incavolare la Capitanata: meno di 1,3 milioni su 16,5 assegnati alla Puglia per strade e scuole

Nicola Gatta: "Mortificati e penalizzati", ma i consiglieri regionali del M5S esultano il via libera allo stanziamento di oltre 16 milioni di euro all’anno per la Puglia fino al 2033 per la sicurezza e la manutenzione di strade e scuole

Gli esponenti in Regione dei cinquestelle esultano, ma forse c'è da rammaricarsi per via delle pochissime risorse assegnate alla provincia di Foggia, tra i territori più vasti d'Italia, per la manutenzione di 3mila chilometri strade e 172 scuole. 

Dei 16 milioni annui  riservati alla Puglia (stanziati fino al 2033), in Capitanata il "Governo del Cambiamento"  ha stanziato appena 1.249.737,84, un'intesa sancita tra la Conferenza Stato Città e Autonomie Locali sul riparto dei 250 milioni di euro che la Legge di Bilancio 2019 ha assegnato alle Province per il finanziamento di piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e scuole: penalizzata la Provincia di Foggia.

Questo il commento del presidente della Provincia, Nicola Gatta: “Prendiamo atto che la Provincia di Foggia risulta essere, ancora una volta, tra quelle maggiormente penalizzate, con i soli 1.249.737,84 euro annui assegnati per interventi rivolti a strade e scuole. Risposta totalmente inadeguata rispetto alle esigenze reali di uno dei territorio tra i più vasti d’Italia con circa 3.000 km di strade e 172 scuole. I criteri adottati per la ripartizione non tengono conto dei reali fabbisogni dell’Ente; infatti, non sono parametrati alla reale entità della rete stradale e degli istituti scolastici gestiti. Tanto che Province molto più piccole, hanno ottenuto maggiori finanziamenti. In Puglia siamo stati il fanalino di coda”. 

“Peccato perché si trattava di una decisione stategicamente e strutturalmente rilevante considerato che non è un contributo annuale ma pluriennale, dal 2019 al 2033, che avrebbe consentito, se sostenuto adeguatamente con risorse più corpose, di tornare a programmare interventi di manutenzione, dopo il blocco degli anni scorsi. Quindi, interessante l’iniziativa ma con parametri errati, il riparto ci penalizza fortemente. Le nostre strade e le nostre scuole risentono della mancanza di interventi nel tempo per carenza di fondi. Ad ogni modo va sottolineato, lo straordinario sforzo organizzativo, della tecnostruttura della Provincia che ha sempre lavorato con impegno ed efficienza, cercando di tenere la situazione sotto controllo, anche nei momenti bui”.

“Il prossimo 12 febbraio a Roma al Congresso nazionale UPI, chiamato ad eleggere i nuovi organi, sarà vibrante la protesta della Provincia di Foggia. Auspico, in un immediato intervento da parte dei parlamentari dauni che hanno sostenuto la Legge di Bilancio con la Capitanata che ancora una volta viene mortificata e penalizzata” conclude il presidente.

Clima di soddisfzione invece tra gli otto consiglieri regionali pugliesi dei cinquestelle, che in seguito al via libera al decreto di riparto di 3,75 miliardi destinati alle Province delle regioni a Statuto ordinario per l’elaborazione di piani di sicurezza per la manutenzione di strade e scuole, si sono espressi in questi termini: "Siamo orgogliosi di poter comunicare che il Governo del Cambiamento ha dato il via libera allo stanziamento di oltre 16 milioni di euro all’anno per la Puglia fino al 2033 per la sicurezza e la manutenzione di strade e scuole.” 

Si tratta di uno stanziamento di 250 milioni all’anno dal 2019 al 2033, a valere sul fondo investimenti per gli enti territoriali. La cifra stanziata per la Puglia è di 16.094.214,20 euro annui per le province Bat, Brindisi, Foggia (meno dell'8% delle risorse), Lecce e Taranto, mentre per la città metropolitana di Bari ci saranno dei finanziamenti a parte.

“Abbiamo atteso per anni - continuano i cinquestelle - che i governi si occupassero della sicurezza e della manutenzione delle nostre strade e delle nostre scuole affrontando, ad esempio, un tema delicatissimo come quello dell’edilizia scolastica che riguarda la sicurezza dei nostri figli oltre che degli insegnanti e di tutto il personale scolastico. L’ennesima dimostrazione che i fondi ci sono sempre stati, serviva solo la volontà politica di destinarla ai bisogni reali dei cittadini.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

  • Ultim'Ora | Traffico di droga, colpito il 'Clan dei Montanari': blitz di polizia e finanza, 24 arresti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento