Fase 2, la Fondazione Monti Uniti a sostegno del terzo settore: nuovi contributi per il non profit

La Fondazione sosterrà i progetti di Asim (Associazione italiana sclerosi multipla), Anti Italia Onlus e Pietra di scarto

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia ha deliberato nuovi interventi in favore del territorio, finalizzati a sostenere enti, associazioni e operatori del Terzo Settore nel delicato passaggio alla cosiddetta Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

La Fondazione sosterrà il progetto #insiemepiùforti promosso dalla sezione foggiana dell’Aism, destinato a riconvertire le attività di supporto e affiancamento alle persone con Sclerosi Multipla, compatibilmente con i Decreti governativi e le restrizioni progressivamente introdotte nelle ultime settimane. Il contributo della Fondazione sarà diretto in particolare all’acquisto di beni di prima necessità (alimentari e sanitari) per persone con Sclerosi Multipla in situazioni di certificata difficoltà, di dispositivi di protezione individuale per malati e volontari, strumenti di sanificazione necessari al mantenimento e alla ripresa di tutte le attività, supporto psicologico, manutenzione e sanificazione periodica del parco mezzi, progettazione, organizzazione e promozione di incontri.

L’Istituzione di via Arpi supporterà anche le attività della delegazione foggiana della Fondazione Ant Italia Onlus, impegnata in questi mesi drammatici nell’assistenza oncologica domiciliare. Il ruolo della Fondazione Ant è decisivo perché grazie all’impegno ininterrotto del personale sanitario si è ridotto il rischio di contagio tra i malati oncologici, evitando l’accesso nelle strutture ospedaliere e preservando la disponibilità dei posti letto. A fronte delle numerose e sempre più crescenti richieste di intervento, le iniziative di raccolta fondi hanno subito un pesante arresto non avendo potuto contare sulle consuete attività di sensibilizzazione, come la vendita delle uova pasquali quest’anno quasi azzerata. Per questo motivo, la Fondazione dei Monti Uniti sosterrà gli sforzi di Ant Italia Onlus, dal 1978 impegnata nell’assistenza medico specialistica gratuita a casa dei malati di tumore, che ogni giorno assiste più di 200 pazienti nei Distretti sanitari di Foggia, Manfredonia, Cerignola e Lucera.

La Fondazione, infine, sosterrà ‘Passata al futuro’, un interessante progetto della cooperativa sociale Pietra di Scarto di Cerignola, collegato alla raccolta etica del pomodoro. Impegnata da molti anni nella promozione della giustizia sociale ed economica attraverso la diffusione di una cultura dell’antimafia, la pratica di un’agricoltura sostenibile, l’educazione alla legalità e al consumo critico, la cooperativa sociale Pietra di Scarto è stata duramente colpita dall’emergenza Covid-19. Il rallentamento delle vendite, l’azzeramento degli introiti derivanti dalle attività didattiche con le scuole presso il Laboratorio di legalità “Francesco Marcone” e l’impossibilità di programmare investimenti per la gestione delle colture estive, mettono a serio rischio la raccolta di quest’anno. L’intervento della Fondazione, quindi, sarà destinato alla manutenzione ed implementazione dei macchinari agricoli ed al potenziamento degli impianti di irrigazione.

A causa dell’emergenza Coronavirus, tutto il mondo del non profit italiano rischia di trovarsi in grande difficoltà per la sua strutturale fragilità dal punto di vista finanziario. Per questa ragione Acri (l’associazione che riunisce le fondazioni di origine bancaria e le casse di risparmio) e Intesa Sanpaolo hanno sottoscritto una ‘Convenzione per il sostegno agli Enti del Terzo Settore per l’emergenza Covid-19 - Prestito Sollievo’, mettendo in sinergia le rispettive risorse e competenze per assicurare il proprio sostegno alle Onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, cooperative e imprese sociali.

Il ‘Prestito Sollievo’ si compone di un’offerta di finanziamenti dedicati alle organizzazioni del Terzo settore, erogati da Intesa Sanpaolo e garantiti da un apposito Fondo rotativo attivato dalle fondazioni di origine bancaria, mediante il Fondo Nazionale Iniziative Comuni. Con una dotazione iniziale di 5 milioni di euro, che, integrata da ulteriori contributi volontari da parte di singole fondazioni e grazie a un effetto di leva finanziaria e all’intervento aggiuntivo del Fondo di solidarietà e sviluppo di Intesa Sanpaolo Prossima, permetterà l’erogazione di finanziamenti per almeno 50 milioni di Euro, portando così liquidità a migliaia di organizzazioni. A questo le fondazioni hanno affiancato un Fondo di 500mila euro, che consentirà di abbattere gli interessi passivi dei finanziamenti erogati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Possono accedere ai finanziamenti del Prestito Sollievo le organizzazioni di Terzo Settore con sede legale e operativa sul territorio italiano. I finanziamenti - della durata fino a 24 mesi - vanno da un minimo di 10mila a un massimo di 100mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento