Stop all'eolico selvaggio, Troia chiede alla Regione Puglia il riconoscimento di "Comune saturo"

Sulla scorta di quanto accaduto in Campania, il consiglio comunale chiede alla giunta regionale l'adozione di una delibera per l'individuazione delle aree non idonee all'installazione di impianti eolici superiori a 20kw

Contro quello che per anni ha imperversato come “eolico selvaggio”, il Comune di Troia, nel consiglio comunale del 31 ottobre, ha richiesto alla Regione Puglia l’adozione di una delibera per l’individuazione delle aree non idonee all’installazione di impianti con potenza superiore a 20 KW ed il conseguente riconoscimento di “Comune Saturo” sulla scorta di quanto già fatto dalla Regione Campania.


“La Campania” spiega il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, “ha provveduto tramite delibera ad individuare le aree non idonee alla realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica da fonte eolica di potenza superiore a 20 KW sulla base di due parametri fondamentali: la concentrazione di impianti e la presenza di aree tutelate. Vengono in tal modo considerate non idonee, e quindi precluse in modo assoluto all’installazione di nuovi impianti, le aree situate nei cosiddetti comuni saturi, il cui indice di carico insediativo medio comunale (espresso come rapporto tra potenza complessivamente installata e superficie complessiva del territorio comunale) superi 5 volte il carico insediativo medio regionale (come rapporto tra potenza complessivamente installata e superficie complessiva del territorio regionale”.


Di recente il provvedimento della Regione Campania ha visto il riconoscimento della sentenza del TAR Campania, che ha ritenuto ragionevole il divieto di installazione di nuovi impianti eolici in aree con considerevole numero di impianti, legittimo poiché il territorio è una risorsa limitata e non riproducibile, sicché se in tali aree sussistono già numerosi impianti, non può essere irragionevole il divieto di ulteriori installazioni.


“Sulla base di quanto detto e sulla scorta dei calcoli effettuati dall’ufficio tecnico comunale, il carico insediativo medio comunale di Troia” continua Cavalieri “supera di ben 10 volte il carico insediativo medio regionale, motivo per cui riteniamo ragionevole il divieto di installazione di nuovi impianti. Siamo consci di disporre esclusivamente di armi spuntate contro l’eolico selvaggio, ma abbiamo l’assoluta certezza che la Regione Puglia sia da sempre un interlocutore attento ed accorto, che non lascerà cadere nel silenzio la nostra richiesta. L’unanimità raggiunta in Consiglio Comunale, per cui ringrazio l’attenzione e la sensibilità manifestata dai consiglieri di minoranza presenti in aula, dimostra ulteriormente quanto sia evidente la necessità di operare in tale direzione, per porre un argine all’installazione di nuovi ed ulteriori impianti eolici”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lesina, presunti abusi edilizi nella 'tenuta' amata da Salvini. GdF nelle proprietà di Massimo Casanova

  • Cronaca

    Nuova tegola per Bonassisa: scattano i sigilli del Noe alla discarica della 'Cupello Ambiente'

  • Cronaca

    Stanato traffico di droga sull'asse Lucera - Isernia: così si facevano gli affari con la 'coca' in Molise

  • Economia

    'No' ad una discarica di rifiuti speciali tra Lucera e Pietramontecorvino: il Tar respinge il ricorso di Biogestioni

I più letti della settimana

  • Gino Lisa, ecco il piano di sviluppo dell'aeroporto per una Foggia Città d'Europa

  • Paura a San Nicandro: litigano in strada per un incidente, uno dei due estrae una pistola e spara contro l'auto "nemica"

  • Sfida i carabinieri in sella a una moto, gestacci e insulti ma durante la fuga si schianta contro un palo: arrestato

  • "Antonio per me era un fratello", il grande cuore di Denny nel brano-ricordo 'E mo’ si n’angelo': "E' per te amico mio"

  • Tragico incidente in viale XXIV Maggio: auto investe e uccide cane, padrone in ospedale per un malore

  • Incredibile parto a Foggia, bambino nasce in casa alla Macchia Gialla: benvenuto al mondo Michele!

Torna su
FoggiaToday è in caricamento