Foggia dal premier Conte, al vaglio 120 progetti per far volare la Capitanata: "Contiamo di approvare primi interventi a breve"

Comune, Provincia e Regione presenti questa mattina a Palazzo Chigi presso il Tavolo di insediamento del Contratto istituzionale di sviluppo dell’area di Foggia, il Cis Capitanata

Foto dal profilo FB di Palazzo Chigi

Questa mattina si è insediato il Tavolo Istituzionale per il 'Contratto Istituzionale di sviluppo per la Capitanata' istituito con decreto del presidente del Consiglio per elaborare le strategie utili per attuare il programma straordinario di valorizzazione e sviluppo della provincia di Foggia.

"La strategia di sviluppo del Cis Capitanata si basa innanzitutto sulla valorizzazione delle eccellenze locali (culturali, naturalistiche, eno-gastronomiche, artigianali e produttive) e mira a dare concreta attuazione al potenziale territoriale ancora non pienamente espresso attraverso la realizzazione di interventi strategici, funzionalmente connessi tra di loro. Dopo un lavoro di confronto con gli attori territoriali, che, su impulso del presidente del Consiglio, è stato svolto da Invitalia nei mesi scorsi, sono pervenute 120 proposte progettuali, che verranno selezionate dai componenti del Tavolo sulla base di criteri di selezione chiaramente predeterminati. I settori riguardano: ambiente; infrastrutture; sviluppo economico e produttivo; turismo, cultura e valorizzazione risorse naturali"

"Il tavolo, presieduto dal presidente Conte prevede altri undici componenti, in rappresentanza delle Istituzioni coinvolte, ovvero i Ministri per il sud; dello sviluppo economico; degli interni; dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare; delle infrastrutture e trasporti; per i beni e le attività culturali; delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo; inoltre Regione Puglia; Provincia di Foggia; Comune di Foggia; Invitalia.

Il Contratto Istituzionale di Sviluppo (Cis) è uno strumento che nasce per accelerare la realizzazione di interventi strategici per il superamento del divario economico e sociale nel nostro Paese. Gli interventi sono finanziati con risorse nazionali ordinarie, risorse comunitarie e del Fondo per lo sviluppo e la coesione. Invitalia è il soggetto attuatore dei Cis"

Questo il commento del premier Giuseppe Conte su Facebook: "Si apre un’altra intensa settimana di lavoro, in cui prenderemo importanti decisioni. Stiamo definendo gli ultimi dettagli delle misure del Def, che approveremo domani in Consiglio dei Ministri, mentre siamo pronti a dare una risposta ai risparmiatori vittime delle crisi bancarie per i quali, ricordo, abbiamo previsto in Legge di Bilancio un fondo da 1,5 miliardi di euro.

La nostra azione per far ripartire il Paese è continua e costante. Anche attraverso la valorizzazione e lo sviluppo del territorio. Questa mattina a Chigi ho presieduto il Tavolo di insediamento del Contratto istituzionale di sviluppo dell’area di Foggia, il Cis Capitanata. Un’azione che, insieme al ministro Lezzi e a Invitalia, stiamo portando avanti da mesi con determinazione, di concerto con i ministri competenti, le Istituzioni e gli stakeholder locali, per dare quanto prima il via libera a progetti in quelle aree depresse del Sud d’Italia che scontano ancora oggi un significativo gap infrastrutturale e di sviluppo.

Contiamo che nel giro di poche settimane il Cipe riuscirà ad approvare i primi interventi per l’area di Foggia, all’insegna della loro strategicità, cantierabilità, compatibilità e sostenibilità.

“L’elemento su cui deve fondarsi questo processo di concertazione istituzionale è che ragioniamo intorno a risorse aggiuntive rispetto al quadro degli investimenti già negoziato e deciso nell’ambito del Patto per la Puglia, sottoscritto il 10 settembre 2016 tra il Governo nazionale e la Regione Puglia, e rispetto alle risorse CIPE Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 – commenta l’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria, Raffaele Piemontese –. Non possiamo certo esporre al rischio dell’incertezza quel delicato lavoro che ha già coinvolto molti attori pubblici e privati e che ha già definito dettagliatamente la direzione di marcia del territorio in termini di asset, obiettivi e orizzonti. A questo primo step del percorso intrapreso, dunque, deve far seguito una definizione puntuale della dotazione finanziaria aggiuntiva utile a realizzare i principali interventi proposti dalla provincia di Foggia”.


“L’avvio di questo dialogo conferma l’urgenza di aumentare e migliorare l’attenzione nei confronti del futuro della Capitanata. Ora il confronto dovrà incardinarsi su valutazioni di merito, a cominciare dal chiarimento circa l’effettivo portafogli di risorse che il Governo intende liberare – sottolinea il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Elemento, questo, decisivo per sviluppare un negoziato in ordine alla griglia delle priorità, tra le quali deve figurare la manutenzione del territorio, con particolare riferimento alle arterie viarie a supporto delle aree e degli insediamenti produttivi. È inoltre fondamentale che lo Stato confermi l’impegno assunto dal Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, e dall’Amministratore Delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, in ordine al sostegno economico per i Comuni, come quello di Foggia, che non sono nella condizione di anticipare le somme necessarie a far partire la progettazione esecutiva delle opere”.  


“La maggior parte dei 120 progetti proposti alla presidenza del Consiglio dei Ministri riguarda la nostra rete stradale, segno che è su questo che si concentra in larga parte il fabbisogno infrastrutturale della Capitanata – evidenzia il presidente della Provincia, Nicola Gatta –. Gli investimenti privati, oltre che la qualità della vita di chi risiede, studia, lavora e intraprende in questo territorio, sono evidentemente influenzati dal grande tema dell’accessibilità, da quella della costa fino a quella che riguarda le aree interne. La manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade provinciali è infatti fattore determinante affinché cresca l’attrattività territoriale, siano valorizzate le iniziative imprenditoriali, sia reso pienamente fruibile l’immenso patrimonio culturale e turistico della provincia di Foggia. È in definitiva lo strumento attraverso cui mettere seriamente a profitto le nostre vocazioni e le nostre specificità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento