Il turismo e la necessità di fare rete: a San Giovanni Rotondo convocata la Consulta

Nella sala consiliare il primo incontro per promuovere le iniziative e progetti di sviluppo del sistema turistico

“Come amministrazione comunale abbiamo sempre promosso ogni forma di coinvolgimento allargata a tutte le categorie cittadine, convinti che solo favorendo la partecipazione possano trovarsi soluzioni condivise e programmare azione efficaci per lo sviluppo economico e sociale di San Giovanni Rotondo”. Così il sindaco Costanzo Cascavilla introducendo l'incontro propedeutico della Consulta del turismo, convocata questa mattina nella sala consiliare della residenza municipale.

A fare gli onori di casa il consigliere delegato Gaetano Cusenza che ha promosso l'incontro con un'ampia partecipazione e un dibattito costruttivo che lascia ben sperare per un pronto rilancio del turismo a San Giovanni Rotondo. 

“Perché una consulta del turismo?”, sottolinea Cusenza che continua: “Prima di tutto occorre sottolineare che si viene a San Giovanni Rotondo prioritariamente per motivi religiosi. Nella nostra città salgono i pellegrini, e se salgono i turisti è perché decidono di essere per un giorno pellegrini. Poi occorre dare concretezza alle tante potenzialità della città e garantire un'accoglienza sempre migliore e qualificata, ma anche per essere da stimolo per l'amministrazione comunale, in modo da promuovere progetti integrati con il territorio e capaci di coinvolgere altri Comuni a tutto vantaggio dell'ospitalità e di un turismo diversificato”. 

Cusenza ha anche offerto alcuni spunti per avviare la discussione, come la possibilità di valorizzare il patrimonio artistico-culturale, attraverso la realizzazione di un percorso guidato che consenta di visitare e apprezzare le numerose opere di artisti internazionali, come Renzo PianoMarko Ivan RupnikPericle FazioniAntonio Ciccone e tanti altri. 

All'incontro, aperto a tutte le categorie produttive cittadine, agli operatori turistici, alla comunità dei Frati cappuccini, ai rappresentanti del DUC (il rilancio del centro storico rappresenta una priorità della Consulta) e al mondo dell'associazionismo, erano presenti i consiglieri comunali Michele Pio Lombardi e Marianna Natale, oltre all'assessore Mimmo Longo che ha fatto il punto su alcun questioni che riguardano le attività produttive e commerciali cittadine. 

“Abbiamo necessità di creare nuove opportunità di sviluppo, anche percorrendo nuove strade, ma soprattutto facendolo in modo comunitario, senza protagonismi e corse in avanti. Come amministratori faremo di tutto per incentivare dialogo e confronti con tutte le categorie”, ha evidenziato Longo. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cormorani killer devastano impianto di itticoltura sull'isola di Varano: danni per 500mila euro

  • Cronaca

    Una bomba ecologica chiamata Giardinetto: rifiuti pericolosi interrati e accantonati, entro il 2020 sarà tutto finito

  • Politica

    Altro che Codice etico, la Lega umilia Landella: "Eleggeremo un sindaco, non tutta la sua famiglia"

  • Cronaca

    7mila mq trasformati in discariche abusive nel Foggiano: 800 tonnellate di rifiuti speciali e 5 carcasse d'auto abbandonate

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Foggia: esce fuori strada e si schianta contro il pilone del ponte di via Manfredonia

  • Clamoroso ma vero: diventa papà a 93 anni, la neo mamma ne ha 42 (il parto al Tatarella di Cerignola)

  • Escogita un trucco per superare il quiz della patente, ma viene scoperto e finisce al pronto soccorso

  • La lente della DIA sulla Società, che esporta strategie mafiose fuori città: batterie in guerra ma situazione di stallo

  • Angelica, la studentessa bullizzata "perché femminista e di sinistra". Odio, "puttana" e svastiche. In 52 dicono "Basta!"

  • Tifosi foggiani aggrediti a Padova: ferito 22enne, ultrà gli rubano anche la sciarpa e allo stadio parte il coro: "Teron Teron"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento