Consorzio Asi, il Consiglio di Stato respinge l'istanza di Riccardi. Che avverte: "Inconferibile anche il commissario"

Respinta l'istanza cautelare, si va al merito. L'ex presidente: "Voglio che sia stabilito il principio, persuaso di essere nel giusto". Rischio nullità per gli atti prodotti

Il Consiglio di Stato respinge l’istanza di Angelo Riccardi, l’ex presidente del Consorzio Asi di Foggia, destituito dal Tar Lazio e che, pertanto, aveva adito al Consiglio proprio ottenere l’annullamento della inconferibilità alla carica decretata dall’Anac. I magistrati hanno ritenuto che non esistono i presupposti per la concessione della richiesta cautelare. L’ordinanza è così sintetizzata: “Tenuto conto, in particolare, per un verso, dell’afferenza delle questioni poste dall’appellante alla disamina propria della fase di merito, per altro verso, della insussistenza di un danno di carattere irreparabile, il Consiglio di Stato respinge l’istanza cautelare. Condanna la parte appellante alla refusione in favore delle parti resistenti delle spese della presente fase cautelare, liquidate nella misura di 1.500 euro oltre oneri di legge per ciascuna di esse”.

La vicenda si chiuderà solo con la pronuncia di merito, perché Riccardi è intenzionato ad andare avanti. “Sia chiaro che il sottoscritto non ha alcuna intenzione di tornare all’Asi – dichiara a Foggiatoday l’ex sindaco di Manfredonia-, ma voglio che la legge stabilisca un principio, vale a dire se quella inconferibilità decretata dall’Anac sussiste o meno. Sono personalmente persuaso che così non sia. Anche perché vorrebbe dire che gli atti fin qui prodotti dall’ente sono nulli, il che provocherebbe seri problemi”. Non solo. Perché secondo Riccardi, se inconferibilità sussiste, dovrebbe colpire anche il neocommissario nominato dalla Regione, il prefetto Santi Giuffrè: esattamente per lo stesso motivo, ossia aver governato enti superiori ai 15mila abitanti.

Il prefetto dovrebbe insediarsi la prossima settimana. Sul punto Riccardi darà battaglia, preannunciando una vibrante nota nel passaggio di consegne. Nel frattempo il Consorzio sarebbe allo sbando: sospesi finanche gli stipendi, a quanto è dato sapere.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • "Sono il ragazzo che ti ha fatto male", 17enne chiede perdono all'agente investito: "Scusa, ho avuto tanta paura"

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • Ragazze sfruttate e fatte prostituire, le camere in pieno centro a Foggia: in carcere maitresse (nei guai locatori)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento