Progetto Traces: un'impresa di Manfredonia tra i vincitori del bando promosso dal Distretto Puglia Creativa

Nascono in Puglia i primi 5 local atelier per le imprese creative. Il Co-working Smart Lab di Manfredonia rappresenterà la provincia di Foggia

Uno per ogni provincia così come definito nel bando. La Puglia, per la prima, vedrà nascere su tutto il suo territorio, incubatori e acceleratori dedicati alle imprese culturali e creative: a Bari/Bat nel The Impact Hub, a Lecce presso le Officine Cantelmo in partnership con l'associazione The Quebe; a Taranto nell’Aps Ammostro, a Brindisi al Cetma centro ricerche e a Manfredonia (Foggia) presso il Co working Smart Lab. 

Ecco i vincitori che hanno partecipato e vinto la selezione lanciata dal Distretto Puglia Creativa, nell’ambito del progetto TRACES, che si prefiggeva di individuare cinque sedi, in cui dovranno nascere i “Local Atelier” ovvero degli spazi in cui verranno erogati servizi di incubazione e accelerazione per far fronte ai fabbisogni delle imprese culturali e creative e delle start up emersi durante il tour “Creativi di cosa avete bisogno per diventare grandi”.

L’avviso era rivolto a tutti i gestori di laboratori urbani, centri di innovazione e affini con postazioni di co-working, iscritti al registro delle imprese. Con questo progetto si cercherà di creare una rete stabile di strutture che, catalizzando le energie e le idee di business culturale e creativo dei territori, favoriscano la nascita e lo sviluppo d’impresa, sostenendola nelle fasi di crescita attraverso la fornitura di servizi che rispondano ai fabbisogni espressi dagli operatori.

I servizi di incubazione che, rappresentano un primo impulso ed una prima sperimentazione del modello, saranno erogati in favore di 5 start up/imprese per ciascuno degli Atelier individuati.

“L’innovatività del progetto – dice Vincenzo Bellini, presidente di Puglia Creativa - sta nell’aver definito un programma di accelerazione capace di rispondere alle specifiche esigenze espresse dalle imprese culturali e creative che chiedono a gran voce spazi di contaminazione delle idee, servizi di supporto per l’accesso al mercato, di facilitazione dei rapporti con PA  e con le banche, ma soprattutto  la necessità di far incrociare settori tradizionali ed il mondo dell’innovazione con chi si occupa di cultura e creatività. La vera sfida sarà espandere sui territori e dare continuità al modello di accelerazione una volta terminato il progetto. Per questo, servono sinergie tra il mondo imprenditoriale e le istituzioni.”

Il tutto è stato reso possibile dal progetto di cooperazione transfrontaliera “TRACES – TRansnational Accelerator for a Cultural and Creative EcoSystem”, finanziato dal Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020, che intende promuovere l’imprenditorialità e la crescita delle imprese culturali e creative come motori dello sviluppo locale inclusivo e sostenibile in Puglia e Grecia, attraverso la creazione di un modello diffuso di accelerazione  cross-frontaliero  a supporto dei processi di incubazione di queste imprese.

Capofila di “Traces” è l’Università del Salento-Dipartimento di Scienze dell’Economia con due partner italiani, Tecnopolis Parco Scientifico Tecnologico di Bari e il Distretto Produttivo Puglia Creativa e due partner greci, l’Associazione Ellenica di Management e la Camera di Commercio di Achaia. Sono partner associati: ENCATC – European Network on Cultural Management and Policy e Fondazione per la Finanza Etica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

Torna su
FoggiaToday è in caricamento