Spuntano cartelloni pubblicitari in via Napoli, i commercianti presentano un esposto: "Rimuoveteli"

Il consigliere comunale Iaccarino raccoglie l’istanza degli esercenti, dopo l’installazione dell’impiantistica pubblicitaria nei pressi dell’incrocio tra via Napoli e viale Ofanto

Impianti pubblicitari a Foggia. Il consigliere e capogruppo UDC al comune di Foggia Leonardo Iaccarino interviene duramente sull’installazione dell’impiantistica pubblicitaria all’altezza dell’incrocio che collega via Napoli a viale Ofanto, e ne chiede l’immediato smantellamento.

Una richiesta che arriva in seguito a un esposto presentato da alcuni commercianti della zona, destinato agli organi competenti. Iaccarino accende i riflettori a partire dalle autorizzazioni che vengono rilasciate sugli impianti pubblicitari.

“Si tratta di una decisione a dir poco incauta, da parte dell’Amministrazione, che danneggia fortemente i commercianti. Invito l’assessore al ramo affinché intervenga tempestivamente facendo rimuovere al più presto i cartelloni pubblicitari”, commenta il consigliere comunale dell’Udc.

“Contestualmente la commissione consiliare preposta chiede un formale chiarimento per sapere se ad oggi esiste un piano sulla pubblicità e se vi è una mappatura programmatica. Ad oggi non si valuterà l'esclusiva legittimità dell'atto, ma si intende dare ascolto a quei commercianti che vedono lesi i loro diritti”, ha concluso Iaccarino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento