Camera di Commercio, - 6 al Porreca bis. Ecco intanto il nuovo consiglio, tra esclusioni di peso e new entry

Il presidente della Regione Puglia ha firmato il decreto, 24 nominativi (mancano i sindacati). Qualche conferma, esclusioni di peso (Zanasi) ed ingressi importanti (Rotice, Gelsomino). L'11 dicembre l'elezione del presidente

Con decreto del presidente della Regione Puglia dello scorso 3 dicembre, è stato nominato il nuovo consiglio della Camera di Commercio di Foggia per il quinquennio 2018-2023. 25 in tutti i nominativi che vanno a sedere sugli scranni dell’ente di via Protano, in piena fase di rinnovo. 24 quelli contenuti nel decreto (manca il rappresentate dei sindacati, rinviato a successivo atto). Contestualmente, Emiliano ha già fissato la prima seduta di insediamento del nuovo organismo camerale, programmata per l’11 dicembre, alle ore 10.30, nel corso della quale si procederà all’elezione del presidente (Fabio Porreca, uscente, farà il bis). I lavori saranno coordinati dal consigliere più anziano Raffaele Mazzeo.

I 24 nominativi sono frutto dell’indicazione che ciascuna forza economica partecipante alla tornata elettorale ha indicato, sulla scorta dei seggi ad essa assegnati con precedente decreto del 24 ottobre; seggi conteggiati sulla base del grado di rappresentatività di ciascuna (i numeri che possiede sul territorio, in buona sostanza, così come validati dal controllo camerale, che ne ha “sgonfiati” parecchi). E rispettando le quote di genere.

Questo il quadro di partenza: undici seggi all’apparentamento formato da Confcommercio, Confartigianato, Compagnia delle Opere, Cna Foggia (e C.A.S.A.); cinque seggi alle organizzazioni agricole, due a Confindustria, due a Confesercenti e uno a testa per Confcooperative, ABI, sindacati, Adiconsum e Libere Professioni.

Ecco, dunque, il nuovo consiglio camerale. 8 su 24 risultano confermati. Agricoltura, cinque seggi: per l’apparentamento CIA/Confagricoltura confermato Filippo Schiavone (esperto, alias funzionario), entra Silvana Roberto (esperta) e Raffaele Petrilli, titolare di impresa. Per Coldiretti, confermato il presidente Giuseppe De Filippo, entra Marino Pilati, titolare di impresa.

Artigianato, due seggi: nell’ambito dell’apparentamento Confcommercio, Confartigianato, Compagnia delle Opere, Casa e Cna, entrano Michele Pupillo, imprenditore di Vico del Gargano, mentre Alessia di Franza sostituisce il padre Nicola Di Franza, uscente.

Industria, tre seggi: nell’ambito dell’apparentamento Confcommercio, Confartigianato, Compagnia delle Opere confermato Luigi Angelillis (Cdo), entrano per Confindustria Gianni Rotice (attuale presidente) e Nicola Biscotti, ambedue come imprenditori. Succedono a Pino di Carlo ed Eliseo Zanasi (esclusione rumorosa nella stessa associazione degli industriali).

Commercio, cinque seggi: nell’ambito dell’apparentamento Confcommercio, Confartigianato, Cdo, Casa e Cna confermati Raffaele Mazzeo, Lucia La Torre, Maria Stefania Bozzini, entra ex novo Damiano Gelsomino, presidente di Confcommercio. Per la Confesercenti Pmi Foggia la new entry Luigi Giannatempo, amministratore unico La Prima Srl.

New entry nella cooperazione  con Mario De Angelis (Confcooperative); un seggio al turismo assegnato all’apparentamento Confcommercio, Confartigianato, Cdo, va a Girolamo Notarangelo (Federalberghi); per i Trasporti il seggio va all’apparentamento tra Confcommercio, Confartigianato, Cdo con la new entry Vincenzo Simeone. Un seggio a Credito e Assicurazioni con Pasquale Stellaci per l’apparentamento ABI/ANIA. Due seggi ai Servizi alle Imprese: nell’ambito dell’apparentamento confcommercio, confartigianato, cdo entra Fabio Porreca, per Confesercenti Pmi Foggia Alfonso Ferrara.

Altri settori, un seggio: la new entry Raffaele Pio De Nittis, genero di Michele D’Alba. Per i consumatori, Adiconsum con Giovanni D’Elia. Per i Liberi professionisti il notaio lucerino Amelia Benincaso, new entry.

“C’è un buon rinnovo” commentano dall’interno. Il prossimo step ora sarà l’elezione della nuova giunta, l’organo più importante assieme al presidente. L’esecutivo a 8 (più il presidente) dovrà rispettare la previsione normativa che vuole dentro almeno un rappresentante dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura e del commercio. Papabili sono Rotice, Di Franza, De Filippo e Gelsomino. La seduta potrebbe tenersi già dopo Natale e prima della fine dell’anno, tra il 26 e il 27 dicembre. Occhi puntati sul rispetto della rappresentanza di genere anche in questo caso.

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • "Rara e dubbia presentazione clinica" del nascituro. La direzione del 'Riuniti' precisa: "Nessun abbaglio, adottata la corretta procedura"

  • Incredibile agli Ospedali Riuniti di Foggia: medici sbagliano il sesso di un neonato, genitori sotto shock

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Incidente stradale a Foggia, scontro frontale tra due auto in viale Fortore: cinque feriti

  • Prima il litigio, poi la violenza: uomo accoltellato in via San Severo, polizia interroga una donna

Torna su
FoggiaToday è in caricamento