Contributi per l’iscrizione agli asili nido privati. Lioia: “Tutte le famiglie potranno avere accesso”

18 strutture a Foggia hanno richiesto la conferma e/o convalida dell’autorizzazione al funzionamento. L’assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Claudia Lioia, replica al consigliere Giuseppe Mainiero

Claudio Lioia

“In merito alle allarmistiche, quanto infondate, dichiarazioni del consigliere Mainiero, l’assessorato alla Pubblica istruzione ribadisce che nessuna famiglia sarà privata della possibilità di avere accesso ai Buoni Regionali di Conciliazione. Al fine di fare definitivamente chiarezza sul punto, occorre avere come riferimento la determinazione della Regione Puglia con cui si è approvato l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse delle strutture che ospitano gli asili nido della città.

I BUONI REGIONALI DI CONCILIAZIONE

Un passaggio, questo, al quale è legata la successiva possibilità di ottenere i cosiddetti Buoni Regionali di Conciliazione per l’anno scolastico 2017-2018, ossia un contributo di natura economica finalizzato all’iscrizione agli Asili nido. A seguito di quella determinazione regionale, 18 strutture a Foggia hanno richiesto la conferma e/o convalida dell’autorizzazione al funzionamento, attraverso l’inserimento nella  piattaforma regionale telematica”

CONTIRBUTI ASILI NIDO PRIVATI: LA SITUAZIONE

Il Servizio Pubblica Istruzione del Comune di Foggia, verificate le manifestazioni di interesse immesse in rete da parte degli asili nido privati, ha provveduto all’accertamento della sussistenza dei requisiti gestionali e funzionali, mentre, per quanto riguarda la sussistenza del requisito strutturale, così come concordato con l’assessorato al Welfare della Regione Puglia, ha  acquisito da parte degli asili una autocertificazione relativa alla sussistenza del detto requisito.

Ad oggi, dunque, sono state inserite nella piattaforma telematica regionale dal Servizio Pubblica Istruzione 4 determinazioni di convalida e sussistenza dei prescritti requisiti, mentre 12 determinazioni  sono state depositate presso la Segreteria Generale del Comune di Foggia per la numerazione ed inserimento nel Registro Generale del Comune di Foggia. Per le restanti 2 strutture che hanno richiesto la convalida, cosa del tutto diversa dalla conferma dei requisiti, è in corso la necessaria istruttoria che, comunque, non pregiudicherà il regolare rispetto dei tempi previsti dalla determinazione regionale per l’inserimento delle strutture.

Come detto, quindi, nessuna famiglia sarà privata della possibilità di avere accesso ai Buoni Regionali di Conciliazione. Occorre precisare inoltre che la richiesta da parte della famiglie interessate a beneficiare del contributo regionale ha una tempistica diversa e successiva rispetto a quella prevista per l’inserimento nella piattaforma delle strutture private. A nessuna famiglia, di conseguenza,  verrà preclusa la possibilità di beneficiare di questo importante sostegno economico.

LA RISPOSTA DI LIOIA A MAINIERO

Come si vede, e come purtroppo accade sempre più spesso, gli atti amministrativi raccontano una storia del tutto diversa da quanto immotivatamente lamentato dal consigliere Mainiero, che sembra aver fatto dell’allarmismo la sua rotta politica. Il contradditorio sulle vicende della cosa pubblica è il sale della democrazia. Ma un sano contraddittorio rifugge dalla polemica a tutti i costi, che ne costituisce una deriva dannosa e pericolosa, specie se strumentalmente finalizzata a creare inutili ed infondati allarmismi nella comunità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento