Dall'Asl Fg un’automedica per garantire le emergenze di Troia e dei Monti Dauni

La decisione è stata presa a margine della Conferenza di servizi svoltasi il 26 gennaio scorso. Il mezzo risponderà alle esigenze dei comuni di Ascoli Satriano, Biccari, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Faeto e Orsara

Immagine di repertorio

Un’automedica garantirà le emergenze di Troia e dei Monti Dauni. Questo è quanto si legge nell’atto con cui il direttore generale dell’ASL FG ha ufficializzato lo stanziamento di una postazione di automedica a Troia. Con delibera n. 261 dello scorso 3 marzo, il direttore generale dell’ASL FG, Attilio Manfrini, ha provveduto ad approvare l’avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’istituzione in forma sperimentale di una postazione di automedica da ubicare a Troia.

Un risultato giunto dopo mesi di trattative serrate, poste in essere grazie all’intervento di una nutrita platea di attori istituzionali, tra i quali particolare rilevanza è senz’altro da rinvenire alla squadra di sindaci dei comuni dei Monti Dauni interessati dal servizio, Giuseppe Campanaro, sindaco di Castelluccio Valmaggiore, Palma Maria Giannini, sindaco di Celle di San Vito, Gianfilippo Mignogna, sindaco di Biccari, Tommaso Lecce, sindaco di Orsara di Puglia, Nino Danaro, sindaco di Ascoli Satriano, e Antonio Melillo, sindaco di Faeto, guidati da Leonardo Cavalieri, sindaco di Troia che dallo scorso novembre ne aveva fatto una propria battaglia di civiltà per i cittadini di un comprensorio così esteso ed ingiustamente bistrattato.

“Un ringraziamento va ai sindaci che hanno lottato in questi mesi in formazione compatta - sottolinea Leonardo Cavalieri, sindaco di -, a dimostrazione che fare massa critica è metodologia fondamentale per la risoluzione di questioni di interesse trasversale per tutto il nostro territorio. Per me riuscire a sbloccare la situazione automedica, nell’interesse di tutta la popolazione del nostro sconfinato territorio, era un obiettivo di primaria importanza. Aver raggiunto un simile traguardo a meno di un anno dall’insediamento rappresenta un risultato che non posso che non salutare con gioia, in netta contrapposizione con quanto fatto nei 20 anni delle precedenti amministrazioni, che, permettetemelo, evidentemente avevano ben altri interessi piuttosto che quei profili attinenti alla salute dei propri cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione è stata presa a margine della Conferenza di servizi svoltasi il 26 gennaio scorso presso il Comune di Troia, convocata per valutare la possibilità di procede all’attivazione di un’automedica da ubicare Troia e che rispondesse alle esigenze funzionali dell’ambito comunale comprendente i comuni di Ascoli Satriano, Biccari, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Faeto e Orsara di Puglia. Un risultato che coniugherà le esigenze di un territorio vasto e orograficamente variegato in un servizio sperimentale, che si spera possa divenire una presenza costante a fianco delle popolazioni dei Monti Dauni per tutte le necessità sanitarie di emergenza e urgenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

  • Il Coronavirus fa paura davvero: 15 vittime in Puglia di cui 10 nel Foggiano, 22 nuovi contagi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento