Dopo le critiche arriva l’endorsement di Di Fonso: “Se salta Di Biase salta la Sanitaservice”

Il segretario confederale USPPI chiede la riconferma di Antonio Di Biase alla guida della Sanitaservice

Massimiliano Di Fonso

Vero è che l’USPPI è stato sempre critico nei confronti di Antonio Di Biase, ma è altrettanto vero – spiega Massimiliano Di Fonso – che Di Biase è colui che ha ideato e creato Sanitaservice in provincia di Foggia, e che poi si è estesa in tutta la Regione Puglia creando 5mila posti di lavoro veri, sottratti alle cooperative. Riteniamo quindi che non ci possa essere discontinuità perché se salta Di Biase siamo certi possa saltare la società in house, con lo spettro del ritorno alle cooperative.

              

Prosegue il sindacalista che più volte ha attaccato l’amministratore unico per i suoi “sistemi rigidi con il personale”: “Abbiamo preso atto del bando e della complessità della società al servizio della Asl, che a Foggia deve gestire novecento dipendenti con il servizio di 118, il più articolato della Regione con una gestione peculiarmente organizzata, ed i numeri parlano solo e esclusivamente a favore di Di Biase, onestà permettendo”.

          

Il segretario confederale dell’Usppi aggiunge: “Ed infine se Di Biase dovesse vincere il ricorso contro l’agenzia delle entrate in merito all’Iva con un risparmio per le casse dell’Asl Fg di cinque milioni di euro, e di trenta milioni  per la Regione Puglia si arriverebbe ad una consulenza gratuita fatta da un amministratore di provincia, rispetto ai mega consulenti pagati dalla Regione e dalla Asl Foggia, oltre a docenti universitari che tanto si sono spesi per redigere libri sulle ragioni delle società partecipate”.

     

Il sindacalista foggiano conclude: “Pertanto siamo certi che non ci può essere Sanitaservice senza Di Biase anche perché è l’unico titolato a poter amministrare e gestire un azienda che ha ragion di esistere solo grazie alla visione luminare in materia di lavoro e di consulenza fiscale. Le ragioni ed i risultati non possono che confermarlo”

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • trovo vergognosa questa presa di posizione contro le cooperative. se il lavoro fosse ancora nelle loro mani forse non si sarebbe mai arrivati a questa situazione ...

    • Lella mi riferisco ad alcune cooperative che prima di sanitàservice lucravano sulle spalle dei lavoratori onesti, non certamente a cooperative che oggi onorano la categoria

  • Non comprendo : cosa significa " se Di Biase dovesse vincere il ricorso contro l'Agenzia delle entrate sull' iva... si arriverebbe ad una consulenza gratuita fatta da un amministratore di provincia, rispetto ai mega consulenti ..." ? Quindi, oltre che amministrarla, vi prestava anche consulenza fiscale ? E perchè gratuita, se dovesse vincere la sua tesi ? Perchè non riconoscergli una congrua parcella, che ne sò un 5% sull'importo risparmiato ? Anzi, lo vorrei anche come mio fiscalista !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vieta l’accesso al cimitero e viene aggredito: dipendente comunale finisce in ospedale

  • Cronaca

    Assaltano il bancomat di via Antonio da Olivadi, ma arriva la polizia: malviventi fuggono a mani vuote

  • Cronaca

    Beccati dai Carabinieri con pistola e passamontagna a bordo di un’auto rubata: arrestati tre ragazzi

  • Eventi

    J-Ax "a Foggia con amore": il rapper gira il video di 'Senza pagare' con Pio e Amedeo

I più letti della settimana

  • Inaugurato il primo Centro Territoriale per l'Autismo nel Foggiano: è dedicato ad Alberto Lepore

  • Dalle filiere all’uso sostenibile delle risorse: torna la Fiera dell’agricoltura e zootecnia

  • Lavori sulla rete idrica, pressione bassa e sospensione dell'acqua per 130 ore a San Severo

  • Produrre polli biologici per un grosso marchio italiano: la grande opportunità promossa da ProAgro

  • Brutta sorpresa in via Carbonari Dauni: salta conduttura idrica, strada allagata

  • Torna il Festival della Ricerca e dell'Innovazione UniFg: tra gli ospiti Pio & Amedeo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento