I foggiani scelgono i commercianti che si ribellano al pizzo: “Pago chi non paga”

In tanti hanno firmato il manifesto del consumo critico su iniziativa dell'associazione antiracket 'Giovanni Panunzio', Libera e Buon Samaritano

Il gazebo antiracket

“Pago chi non paga”. In tanti ieri pomeriggio hanno visitato il gazebo allestito dall’associazione Antiracket ‘Giovanni Panunzio’, insieme a Libera e Buon Samaritano, per firmare il manifesto con il quale ciascuno si è impegnato a premiare gli esercenti iscritti all’associazione antiracket ‘Giovanni Panunzio’ che non pagano il pizzo. Iniziativa denominata “consumo critico”, alla quale seguiranno le adesioni dei commercianti.

Cristina Cucci si è detta soddisfatta dell’iniziativa, confermando la volontà della cittadinanza di voler contribuire a sconfiggere il racket dell’usura e dell’estorsioni: “Qualcuno è venuto a cercarci, c’è chi si è fermato dopo aver capito l’importanza dell’iniziativa, chi invece ha evitato”. Il presidente dell’associazione foggiana antiracket ha aggiunto: “A noi interessa svegliare le coscienze e sensibilizzare i cittadini rispetto al tema del pizzo: questo ieri è stato fatto”: E concluso: “Come associazione, con Libera e Buon Samaritano, ci stiamo impegnando e aspettiamo che la parte buona della città faccia lo stesso. L’unione, si sa, fa la forza”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento