Basta fango sul 'Rosati', il leghista Fiore difende lo storico mercato foggiano: "Cinquestelle rispettino i commercianti"

Nota del consigliere comunale dopo le critiche piovute su Facebook. "Certamente va migliorato ma rappresenta la nostra storia, è tra i più grande d'Europa, voluto da Federico II"

Dopo il comunicato del candidato sindaco del Movimento 5 stelle sulle aree mercatali, “i geni delle tastiere di Facebook hanno iniziato a scrivere contro il mercato Rosati” sbotta il consigliere comunale della Lega Alfonso Fiore in una nota stampa. Che si duole: “Queste persone non capiscono che il  mercato Rosati ha una storia, ogni giorno dalle 5 del mattino gli uomini e le donne iniziano a preparare il loro banco della frutta per dare un servizio ai cittadini”.

Fiore ripercorre quindi la storia di quel mercato: “Risale a Federico II di Svevia, che aveva scelto la nostra città come meta preferita per “svernare”, lasciando la sua impronta ovunque, compresa  la nascita dei mercati all’aperto, che nacquero proprio dalla costante esigenza dell’Imperatore e della sua corte di rifornirsi delle nostre erbe spontanee selvatiche, da loro molto apprezzate. I raccoglitori di erbe spontanee si recavano tutte le mattine negli spazi destinati e svuotavano in terra i propri raccolti, ricevendo in cambio il corrispettivo in denaro”.

“Il mercato rionale di via Rosati  è nel cuore della città di Foggia – continua Fiore-, esso viene allestito dal lunedì al sabato, dalle prime ore dell’alba fino alle ore 14. E’ un mercato che ha più di 70 anni, ed oltre ad essere uno dei più storici d’Italia, è, per estensione (circa 500 mt) e varietà di prodotti, tra i più grandi d’ Europa“Il Rosati” (come viene chiamato il mercato dai foggiani) conserva esattamente, in alcune bancarelle,  lo stesso spirito dei primi raccoglitori e venditori di erbe selvatiche di una volta, il vero “km zero”, prodotti venduti dagli stessi agricoltori che coltivano nelle loro terre i prodotti che poi espongono per la vendita sulle bancarelle all’aperto”.

“Qualche tempo fa la trasmissione televisiva condotta da Elisa Isoardi ha realizzato un servizio  sul nostro mercato Rosati facendo conoscere a tutta l'Italia la bellezza e la qualità dei prodotti di uno dei  più importati mercati Italiani". “Non capisco - denuncia Fiore- perché queste persone cercano di infangare la nostra storia. E' vero che ha bisogno di più regole e non mi pare che i commercianti di questo meraviglioso mercato non paghino le tasse, anzi penso che i tributi degli ambulanti siano molto esosi".

Ma, al netto della storia, è di tutta evidenza che i servizi vadano migliorati. “Sicuramente  nel prossimo futuro mi impegnerò insieme al Sindaco Landella e con l'aiuto determinante del nostro Partito della Lega a migliorare sia i servizi che l'igiene – garantisce-. Il mercato Rosati è il cuore pulsante di Foggia e tutti i commercianti ed ambulanti offrono un servizio pregevole per la comunità”. “Sono lavoratori speciali – conclude- ai quali va tutto il mio ringraziamento. Cercheremo di risolvere anche il problema degli abitanti della zona Rosati migliorando l'impatto acustico e  ottimizzando la viabilità circostante rendendola più scorrevole, riducendo così i tassi di inquinamento e i rumori di sottofondo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Duro colpo alla mafia dei clan Li bergolis e Papa, in affari con 'Ndrangheta e Camorra: 24 arresti per armi e droga, sequestri per 2 milioni

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Traffico di droga, colpito il 'Clan dei Montanari': blitz di polizia e finanza, 24 arresti

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento