Il viaggio low cost di Erik e Partout: dall’Olanda al Gargano in 2 anni

Il commerciante-idraulico di Graafseweg per alcuni giorni si è fermato con il suo cavallo e l'insolito mezzo di locomozione a pochi metri dal Convento di San Matteo. E' in viaggio da due anni ed è diretto in Turchia

Mezzo di locomozione low cost

Erik, Partout e il carretto. Un viaggiatore, un cavallo e un insolito mezzo di locomozione low cost. Due anni in giro per l’Europa. Tanto è durato il loro viaggio prima di approdare sul Gargano, dove dal 31 agosto al 4 settembre, hanno preso parte al pellegrinaggio a cavallo organizzato in onore di Padre Pio. La parentesi garganica si è chiusa ieri con una capatina a Monte Sant’Angelo e un’altra a Manfredonia. Da oggi Erik e Partout sono in viaggio verso la Turchia e nei prossimi giorni visiteranno le seguenti località pugliesi: Margherita di Savoia, Barletta, Trani, Bari, Bitonto, Santeramo, Alberobello e Brindisi.

Incuriositi dal carretto e dal simpaticissimo equino affamato di fieno (circondati da simpatiche asticelle e cordicelle), così affamato che al termine della nostra piacevole chiacchierata ci siamo offerti come volontari per trovare e trasportare una balla, in un sabato di agosto abbiamo fatto un salto in prossimità del Convento di San Matteo per capire perchè il commerciante-idraulico olandese avesse scelto di fermarsi dalle nostre parti.

Partito da Graafseweg, città dei mulini a vento e dei colorati tulipani, Erik ha fatto tappa nelle più grandi mete europee, ma non ha resistito al fascino dei nostri luoghi, alla gentilezza delle persone, al suo amore incontrastato per la natura, la libertà e le cose semplici. Alla sete di conoscenza e al piacere che prova quando osserva i comportamenti delle persone, le loro abitudini e le tradizioni dei luoghi in cui spesso si ferma e dove, quasi come fosse un piccolo museo, riesce spesso a catturare l’attenzione di chiunque si trovi a passare davanti al suo mezzo di locomozione, rigorosamente ecologico; al cui interno Erik custodisce alcune foto di famiglia, qualche ricordino dei luoghi visitati e tanto quanto basta per poter sopravvivere.

E pensare che, prima di approdare in Italia, qualche malpensante ha provato a fargli credere che sarebbe giunto in una terra pericolosa e che avrebbe fatto bene a guardarsi le spalle. Per l’olandese niente di tutto ciò. Se c’è una cosa che porterebbe con sé nel paese degli Orange – ci confida - è proprio la disponibilità e la generosità della gente, le persone e i loro racconti. E’ critico però sulla sporcizia che caratterizza la nostra terra: “La natura qui è così bella, perché sporcarla?”. Meno sul cibo. Dalla sua faccia e da quel “Incredible”, intuiamo la sua soddisfazione per la nostra cucina.

Per alcuni giorni il simpatico e gentile olandese dalla barba bianca, così bianca che una bambina ha pensato potesse trattarsi del fratello di Babbo Natale, ha sostato a pochi metri dal Convento di San Matteo, immerso nel verde della natura, circondato dal religioso silenzio e dall’affetto di tanti bambini incuriositi dalla sua presenza e soprattutto da quella di Partout, il cavallo che per cinque anni ha vissuto passo dopo passo l’iter che ha portato alla progettazione del mezzo di trasporto ideato e costruito con un gruppo di amici e parte del viaggio ancora in corso. Tranquillo ed energico, robusto ed infaticabile - Partout è un equino francese di razza ardennese, noto ai tempi di Giulio Cesare e in epoca napoleonica - ci tiene a sottolineare il suo padrone.

Una cosa è certa, Erik non cambierebbe l’Olanda con il nostro paese, soprattutto perchè “In Italia si parla sempre e solo di calcio” afferma ridendo. Un’altra è ancora più certa: il fieno del Gargano a Partout piace!

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento