homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Il WWF contro le trivellazioni e gli scempi ambientali sul Gargano

Il presidente del Parco, Stefano Pecorella, sarà il coordinatore del tavolo permanente dei rappresentanti istituzionali delle regioni adriatiche per dire no alle trivellazioni petrolifere

Cartello contro le trivellazioni

L'attacco al mare delle Tremiti da parte delle Multinazionali non si ferma. Ma non si ferma, e questo è il dato confortante - osserva il WWF Puglia - neanche la rivolta e l'indignazione popolare di fronte all'assurdo progetto di trivellare il mare antistante le isole.

Inoltre, in questa battaglia di civiltà, si sta verificando, e questo è l'altro dato incoraggiante, una totale coesione fra forze politiche, appartenenti a qualsiasi orientamento, istituzioni locali e cittadini.

In questo contesto il WWF Puglia ritiene positiva la proposta dell'assemblea indetta dalle amministrazioni comunali di Termoli e delle Isole Tremiti, dei sindaci del Gargano e del Basso Molise, di nominare il presidente del Parco Nazionale del Gargano, Stefano Pecorella, coordinatore del tavolo permanente dei rappresentanti istituzionali delle regioni adriatiche per dire no alle trivellazioni petrolifere.

Mentre il pericolo di una peste nera e oleosa per il mare e la natura delle Tremiti e del Gargano ancora una volta ha fatto scendere in campo associazioni, cittadini e amministratori locali – evidenzia Matteo Orsino, vicepresidente del WWF Pugliai vari Governi che si succedono nel nostro Paese non hanno appreso nulla dalla lezione dei referendum su acqua e centrali nucleari. Continuano, infatti, sulle tematiche che riguardano l’ambiente e perciò la salute di tutti, a non ascoltare la voce dei cittadini, procedendo a folle velocità in direzione opposta, nella direzione cioè apprezzata dalle multinazionali.

"NO TRIVELLE": LA PETIZIONE ON LINE

Il WWF sarà al fianco del Parco e di tutti coloro che oggi protestano per le possibili trivelle in mare, ma – conclude Orsino – altrettanto impegno ci aspettiamo dalle istituzioni del Gargano contro i quotidiani scempi ambientali che tutti i giorni continuano a deturpare e cementificare la Montagna del Sole, come evidenziato dalle numerose telefonate pervenute questa estate al numero verde del WWF per la segnalazione dei reati ambientali

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Caporali arrestati, intercettazioni shock tra padre e figlia: “Ti piace questo lavoro? E’ intrigante”

    • Cronaca

      Organico carente al Comune di Foggia? “Da più di 10 anni attendiamo di essere assunti”

    • Cronaca

      Spari a Cerignola, colpi di pistola in strada: gambizzato ragazzo

    • Sport

      Al via le trattative di mercato. Obiettivo: trattenere ancora il “Re”. E c’è l’accordo con la Nike

    I più letti della settimana

    • Tragico incidente stradale sul Gargano: morto noto oculista di Casa Sollievo

    • 40enne morto a Bovino, è giallo: dall’autopsia spunta una frattura alla schiena

    • Violento frontale sulla Statale 16, l'incidente tra San Severo e Termoli

    • Si chiude per ore in bagno, parroco chiama la polizia: agenti aggrediti con calci e pugni

    • Scoppia rissa in via Capozzi, volano pugni e minacce. Aggrediti anche i poliziotti

    • Fiamme in una scuola di Foggia: incendiati libri e arredi scolastici

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento