Accusa grave malore su una nave: passeggero tratto in salvo dalla Guardia Costiera di Vieste

E' accaduto nella giornata di ieri, quando è giunta alla Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste la richiesta di soccorso da parte di una nave passeggeri, con bandiera panamense

Immagine di repertorio

Accusa un grave malore in mare, soccorso e  tratto in salvo dalla Guardia Costiera. E' accaduto nella giornata di ieri, alle 18 circa, quando è giunta alla Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste una richiesta di soccorso da parte di una nave passeggeri, con bandiera panamense, in transito nelle acque frontiste al nostro territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’emergenza riguardava un passeggero che accusava una tromboflebite profonda alla gamba sinistra mentre la nave era a circa 15 miglia nautiche a Est di Vieste. La dipendente motovedetta CP 880 rapidamente ha raggiunto la nave effettuando il trasbordo del malcapitato per essere condotto in porto e consegnato al personale del 118 del pronto soccorso. Dopo le cure del caso, considerato che non vi sono state ulteriori complicanze, il paziente è stato dimesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento