Alloggi via Lucera: "Chi ha occupato non sarà inserito nelle graduatorie per l’assegnazione”

Questa mattina vertice in Prefettura. Forze dell'Ordine pronte allo sgombero. Sindaco ha verificato lo stato di avanzamento dei lavori

Comune e Prefettura

Le famiglie che la scorsa notte si sono rese protagoniste dell’occupazione degli alloggi in via Lucera perderanno il diritto di essere inserite nelle graduatorie per l’assegnazione di Edilizia residenziale pubblica, così come previsto dalla legge. Lo afferma Landella, che questa mattina ha partecipato a un vertice in Prefettura, dal quale sarebbe emersa la volontà delle forze dell’ordine di procedere allo sgombero qualora le famiglie non dovessero decidere in tempi brevi di abbandonare le abitazioni occupate. “Comprendo i disagi e le problematiche delle famiglie che vivono in alloggi precari, ma atteggiamenti che vanno contro la legalità non fanno altro che peggiorare una situazione già complessa” ha detto il sindaco.

L’occupazione abusiva – paradossalmente – ha spinto il primo cittadino a verificare e a preoccuparsi dello stato di avanzamento dei lavori, nel confronto tra i tecnici comunali, i dirigenti di Arca Capitanata e i tecnici dell’azienda alla quale sono stati affidati i lavori, che stanno ultimando le opere di urbanizzazione. “Abbiamo deciso di aggiornare l’incontro alla prossima settimana, quando potranno essere stabiliti i tempi di consegna delle abitazioni che il Comune di Foggia attende ormai da tempo, e che rientrano negli accordi di programma stipulati con i privati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento