Furti di olive: a Torremaggiore incontro tra il sindaco e i vertici dell'Arma

Il sindaco Monteleone: "Lancio inoltre un appello ai frantoi e ai commercianti di olive affinché si rifiutino di ritirare prodotti di provenienza illecita"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il Sindaco di Torremaggiore, Pasquale Monteleone, ha ricevuto nei giorni scorsi a Palazzo di Città i vertici della Compagnia dei Carabinieri di San Severo e della locale stazione. Nel corso dell'incontro, il primo cittadino ha ringraziato ancora una volta per la fattiva collaborazione e per l’operatività dimostrata dai militari in città. L’incontro è stato anche occasione per fare un bilancio delle iniziative intraprese e spesso condivise tra Carabinieri e Sindaco, dato che egli è anche l'autorità di pubblica sicurezza in città, nonché per fare il punto sul lavoro svolto nelle ultime settimane, periodo in cui è stato intensificato il controllo e la presenza di Forze dell'Ordine sul territorio torremaggiorese.

Un accenno particolare è stato rivolto alla imminente campagna olivicola che si preannuncia particolarmente delicata vista la penuria di produzione in altre zone d'Italia. “È stata ribadita l'attenzione rivolta al fenomeno del furto di olive, con disposizioni date dalla Questura foggiana di prestare massima attenzione – commenta il Sindaco Pasquale Monteleone che prosegue – Considerata la vastità dell'agro, è stata sottolineata la necessità di un controllo anche da parte dei proprietari dei terreni e dei cittadini in genere. Qualsiasi comportamento sospetto andrà prontamente segnalato alle Forze dell'Ordine che interverranno tempestivamente. Lancio inoltre un appello ai frantoi e ai commercianti di olive affinché si rifiutino di ritirare prodotti di provenienza illecita. Solo se tutti gli attori in causa opereranno in concordia, riusciremo a sconfiggere questa odiosa piaga”, conclude il primo cittadino.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento