Bomba al postamat di Serracapriola: lo sportello resiste, furto fallito

Il fatto è successo la scorsa notte, poco dopo le tre, in piazza Umberto I. I malviventi hanno piazzato la bomba sul postamat, ma quest’ultimo è rimasto integro. Indagano i carabinieri

L'ufficio postale del paese

Tentato furto con esplosivo, in provincia di Foggia. Questa volta, però, i piani dei malviventi si sono scontrati contro la cassa dello sportello automatico degli uffici postali di Serracapriola, che ha strenuamente resistito alla deflagrazione di un ordigno rudimentale.

Il fatto è successo la scorsa notte, poco dopo le tre, in piazza Umberto I. I malviventi, come da copione, hanno piazzato la bomba sul postamat, ma quest’ultimo è rimasto integro. Danneggiate invece le vetrate dell’istituto, svegliato di soprassalto l’intero paesino. Per i ladri, a quel punto, non è rimasta altra chance se non quella di fuggire, a mani vuote.

Sull’accaduto, sono in corso le indagini dei carabinieri, che stanno acquisendo i filmati della videosorveglianza dell’ufficio postale. Purtroppo non si tratta di un caso isolato: negli ultimi mesi, si sono registrati numerosi furti con esplosivo in tutta la provincia; tutti colpi messi a segno con la medesima tecnica, e sempre ai danni di bancomat e uffici postali.

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento