Apricena, Potenza chiude ‘Suoni in Cava’: “Servono troppe autorizzazioni”

"Siamo riusciti a proporre una rassegna con 75 eventi spendendo 45mila euro mentre la vecchia amministrazione ne aveva spesi 60mila per 38 eventi, 30 per Suoni in Cava"

Suoni in Cava

Dopo dodici edizioni quest’anno “Suoni in Cava” non si farà. La manifestazione, infatti, non è stata inserita nell’elenco degli eventi racchiusi in “Apricena E’…state”, cartellone di iniziative che si terranno nella città del marmo e della pietra fino al prossimo 8 settembre e presentato il 29 giugno scorso nella sala consiliare del Comune.

“Siamo riusciti a proporre una rassegna con 75 eventi spendendo 40-45mila euro – ha detto il primo cittadino – mentre la vecchia amministrazione, lo scorso anno, aveva sborsato 60mila euro per 38 eventi, 30 mila euro per sei giorni di Suoni in Cava”.

Una manifestazione che quest’anno l’amministrazione non organizzerà per via dell’elevato numero di autorizzazioni che occorrono per eventi ospitati in location particolari come le cave” ha dichiarato Antonio Potenza.

LETTERA E GRUPPO SU FB

Intanto gli organizzatori di una delle più belle e suggestive manifestazioni musicali della provincia di Foggia annunciano la pubblicazione di un comunicato ufficiale attraverso il quale risponderanno alle “illazioni di questi giorni”.

L’invito sarà quello di farsi sentire, di sostenere e di salvare la rassegna.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento