"Bomba ecologica" in zona Giardinetto, gli inviati di Striscia La Notizia a Foggia

"Si tratta di una vera e propria bomba ecologica, ma le autorità si palleggiano le responsabilità e nessuna bonifica è mai iniziata"

Foto "Striscia La Notizia" su Canale 5

Fabio e Mingo sono tornati a trattare il problema dei veleni di Puglia. Dopo il servizio girato alcuni mesi fa vicino Lucera, gli inviati di Striscia La Notizia sono stati a Foggia, in località Giardinetto, presso un'industria posta sotto sequestro nel lontano 1999, ora abbandonata senza che vi sia stato alcun processo di bonifica. L’industria avrebbe dovuto recuperare e smaltire i rifiuti tossici provenienti da gran parte del mondo, Germania, Usa e Canada. Rifiuti che però sarebbero stati abilmente occultati.

"Da allora, purtroppo - é detto in una nota di Striscia la Notizia all’Ansa - nulla è successo e l'intera area è stata abbandonata. Una montagna di polveri di metallo altamente dannose per la salute restano all'aria aperta, senza nessuna protezione. Inoltre, migliaia di sacchi di rifiuti tossici, provenienti da tutti i Paesi del mondo, giacciono in un capannone in condizioni disastrose. Si tratta di una vera e propria bomba ecologica, ma le autorità si palleggiano le responsabilità e nessuna bonifica è mai iniziata".

Rifiuti speciali dannosi per la salute e polveri che volano nell’aria da quasi 15 anni senza che nessuno faccia niente. Capannoni in disuso ricoperti da pannelli di eternit frantumati e centinaia di sacchi, alcuni dei quali aperti, con dentro polveri di metallo, sono ancora lì alla mercé di tutti. Tutto questo mentre qualcuno sostiene che in zona, da allora, si sia verificato un forte aumento di casi di tumore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • le autorità i veri farabutti .da sempre!!
    la storia insegna e non sbaglia mai
    la storia insegna che ogni uomo è perfettamente corrutibile!!

Notizie di oggi

  • Economia

    Natale senza lavoro, dramma non ha soluzione. Russo (Sanitaservice) alza le mani: "Obbligati a fare i concorsi"

  • Cronaca

    "Terremoto" giudiziario a Carpino: blitz dei carabinieri all'alba, dipendenti comunali arrestati per assenteismo

  • Cronaca

    Un aiuto per Francesca, la bambina affetta da un tumore al rene sinistro: "Vi prego, abbiamo bisogno di voi"

  • Cronaca

    Pesante condanna: sei anni al 30enne foggiano della banda del bancomat, incastrato da una traccia di sangue

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

  • Prima la bomba a base di dinamite, poi la pretesa di 50mila euro: arrestato "La tigre del Gargano"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento