Miele ce l'ha fatta. Tutto l'amore di Nicoletta per la cagnolina paralizzata: "Ho capito che aveva bisogno di me"

Da Vieste e Verona, la storia di Miele e la sua adozione. Il racconto dell'adottante Nicoletta e della volontaria della sezione LNCD della città del faro Francesca Toto

Nicoletta e Miele

Verona-Foggia chi l'ha detto che non si può? E' bastato un colpo di fulmine ad accorciare le distanze tra la città di Romeo e Giulietta e la nostra di Umberto Giordano. Quello di Nicoletta per Miele, la cagnolina paralizzata investita e tratta in salvo il 15 giugno scorso dagli agenti della polizia locale di Vieste e presa in cura fino ai primi di agosto dai volontari dell'associazione LNDC della città del faro.

E' il 31 luglio 2019, Francesca Toto ci annuncia che "Miele è stata adottata". La notizia ci riguarda da vicino, dal momento in cui anche FoggiaToday aveva messo in moto la macchina della solidarietà che di li a qualche giorno avrebbe spinto la donna a manifestare l'intenzione di adottare la dolcissima Miele.

Vieste-Foggia-Verona, 728 km per quell'abbraccio liberatorio che ha sancito l'amore a prima vista tra l'adottante e l'animale. Un viaggio lungo 10 ore, dal Gargano al Veneto. “Sono felice e orgogliosa, ogni momento che passa Miele mi stupisce sempre di più perché è dolce e non mi lascia un momento” racconta Nicoletta a FoggiaToday.

Sulle nostre colonne l'adottante spiega come è nata la volontà di prendersi cura di lei: “Ho visto su YouTube la sua storia (video pubblicato dalla volontaria Giusy Troiano) e guardando le immagini ho pianto. Poi ho letto l'articolo sul vostro quotidiano e senza pensarci un secondo ho capito che sarebbe stata mia, che Miele aveva bisogno di amore e protezione, di sentirsi al sicuro”.

Nicoletta manifesta così il suo stato d'animo: “Mi vengono ancora i brividi, ha tanta voglia di vivere, è coraggiosa e guai e toccarle il suo cibo, ho un'altra cagnolina e in quel senso sono entrambe gelose, anche di me. Devo dividermi tra loro che hanno sofferto entrambi. Mi auguro con tutto il cuore che viva a lungo e che recuperi tutto l'amore e il rispetto che merita.”

Il pensiero dell'adottante va poi a Francesca Toto, che "le ha salvato la vita”; e a noi, perché il nostro articolo – sottolinea - “mi ha toccato il cuore”.

Sulla vicenda a lieto fine, FoggiaToday ha strappato un pensiero a Francesca Toto, che nel precisare che ad occuparsi del controllo preaffido è stata la volontaria della LNDC di Verona Rina Goffredo, ha descritto così la favola di Nicoletta e Miele: "E' la dimostrazione di come unendo le forze i risultati si possono ottenere. La nostra sezione LNDC Vieste ha potuto beneficiare di un bel lavoro di squadra che è l'unica via per poter aiutare gli animali abbandonati. Miele ora ha un carrellino su cui potrà tornare a correre seppure in modo diverso e lei è comunque felice perché la sua famiglia la ama molto. Foggiatoday ha dimostrato che i media possono essere un importante mezzo di informazione e anche un ottimo strumento di aiuto sociale. Sarebbe bello se tutti i media invece di puntare solo a notizie negative o scoop scandalistici dessero più spazio a cose di questo tipo. Il mondo non è tutto negativo e i media dovrebbero far passare più messaggi positivi”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Locale sovraffollato, multa e 5 giorni di chiusura dopo 70 giorni di stop forzato. Titolari si scusano: "Situazione ingestibile"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento