Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sanificate sì ma sporche: polvere, sporcizia e finanche una blatta morta nelle aule. E gli studenti disertano la scuola

Il 90% degli studenti ha deciso di non entrare in classe per protestare contro la mancata pulizia di aule, corridoi e bagni. Ma c'è una spiegazione: la scuola ieri era chiusa per le operazioni di sanificazione, e solo nella giornata di oggi i collaboratori scolastici hanno potuto procedere alla pulizia degli ambienti

 

Banchi sporchi, pavimento impolverato, cestini della spazzatura non svuotati, addirittura una blatta morta. Questo e altro si sono trovati di fronte gli studenti del liceo 'Poerio' di Foggia al ritorno in classe, dopo che nella giornata di ieri l'istituto era stato chiuso per consentire la sanificazione dell'intera struttura. 

La mancanza di pulizia (che nulla ha a che vedere con le operazioni di sanificazione, che consistono nell'emissione di sostanza antibatterica nell'aria) ha indotto il 90% degli studenti a disertare le lezioni e a protestare presso la sede della Provincia. Analoga segnalazione ci giunge anche dall'istituto Altamura-Da Vinci

A quanto pare, l'intoppo si spiega nel fatto che il 31 dicembre del 2019 sono scaduti i contratti con le cooperative degli ex Lsu. Il servizio è stato prorogato fino al 28 febbraio scorso. I lavoratori della cooperativa sono stati assunti come collaboratori scolastici a partire dal 1° marzo (domenica), e avrebbero dovuto iniziare a prestare servizio ieri, quando però erano in corso le operazioni di sanificazione.

Per questo, le operazioni di pulizia dell'intero istituto hanno avuto inizio nella giornata di oggi, e si sono completate a metà mattina, quando però la protesta degli studenti si era già consumata. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento