Attimi di tensione sulla 'Pista': non vogliono lasciare la zona e lanciano pietre contro le forze dell'ordine

Alcuni occupanti non volevano abbandonare la zona. Le operazioni di demolizione sono state comunque completate e la situazione è tornata tranquilla.

Una foto di repertorio

Da fonti del Viminale giunge la notizia di una protesta con lancio di pietre avvenuta a Borgo Mezzanone al termine delle operazioni di abbattimento di alcune baracche abusive.

Alcuni migranti non volevano abbandonare la zona, da qui la protesta. Le forze dell'ordine presenti sul posto, questa mattina erano circa 150, hanno risposto con i lacrimogeni.

Le operazioni di demolizione sono state comunque completate e la situazione è tornata tranquilla.

Potrebbe interessarti

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

  • Le app beauty da avere sullo smartphone

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

  • Ultim'ora | Shock in via Tiro a Segno, a Cerignola: auto investe sei adolescenti, due sono gravissimi

  • Cerignola in angoscia per i sei ragazzini investiti: falciati da un'auto sul 'circuito', due sono in rianimazione. Metta: "Preghiamo"

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento