Via Salice Nuovo: sgombero il 27 giugno. Rischio sfratto per 40 famiglie

E' l'ultima proroga concessa dall'ufficiale giudiziario. Da oltre due anni il Comune non paga l'affitto per le case popolari. Oltre cento persone attendono un segnale dal primo cittadino

Si fa sempre più drammatica la situazione delle quaranta famiglie residenti nelle case popolari in via Salice Nuovo 90, che rischiano di trovarsi presto senza un tetto sotto cui abitare. Martedì 19 aprile l'ufficiale giudiziario è tornato in visita al complesso abitativo e ha concesso un'ulteriore proroga, l'ultima, al Comune di Foggia, moroso da oltre due anni.

Il prossimo step sarà lo sgombero forzato. Tuttavia da Palazzo di Città non sembrano più in grado di fronteggiare neppure l'emergenza, a dispetto delle rassicurazioni dei mesi scorsi: il contributo di quarantamila euro (peraltro meno del 10% del debito complessivo) promesso dal sindaco Mongelli non sarebbe mai stato erogato.

I FATTI - Facciamo un salto indietro. Nel gennaio scorso il proprietario della palazzina aveva fatto recapitare un'ordinanza di sfratto esecutivo per morosità, dopo aver atteso invano il pagamento degli affitti del biennio 2008-2010. La data dello sgombero era stata fissata al 23 febbraio; in seguito, anche grazie all'intervento tampone da Palazzo di Città, era stata concessa una proroga di due mesi, rinnovata dopo l'ultima visita dell'ufficiale giudiziario.

Oltre al mancato pagamento degli affitti la questione presenta altri aspetti inquietanti: le case sono in condizioni fatiscenti, con le pareti infiltrate in più punti da umidità e liquami fognari. Proprio le fogne in passato avevano creato problemi; comese non bastasse erano venute meno acqua e corrente elettrica.

LA SITUAZIONE ATTUALE - Si tratta però dell'ultima proroga: se le cose restassero immutate, il 27 giugno le famiglie saranno costrette ad abbandonare l'edificio. "Il sindaco sembra non volerne più sapere nonostante sia ben informato" afferma una rappresentante dei residenti. Oltre cento persone attendono ora un segnale dal primo cittadino: la speranza è che arrivi in tempo utile.

 

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento