Sequestrate 26mila uova “abusive”, blitz in un capannone di San Severo

Blitz dei Nas e dell'Asl vicino San Severo. La struttura è risultata abusiva, priva delle autorizzazioni e senza un sistema adeguato di autocontrollo e rintracciabilità del prodotto

Ancora un blitz da parte dei carabinieri del Nas di Foggia che in un’azienda del Foggiano hanno sequestrato oltre 26mila uova "pericolose" trovate in un capannone industriale per lo stoccaggio e l’imballaggio (8 mila imballaggi, un’attrezzatura utilizzata per il confezionamento delle uova e l’applicazione dei falsi dati di commercializzazione).

Si è trattato di un’ispezione igienico-sanitaria compiuta con l’Asl e attraverso la quale si è accertato che la struttura era abusiva, priva delle autorizzazioni e senza un sistema adeguato di autocontrollo e rintracciabilità del prodotto.

Le uova trovate erano state etichettate con date ed informazioni di fantasia. Peraltro, sarebbero state distribuite presso esercizi commerciali e mercati rionali della provincia.

La struttura, chiusa immediatamente, si trova in agro di San Severo.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento