Capodanno senza botto, blitz della Guardia di Finanza a Lucera: sequestrati 5mila fuochi d'artificio

Due persone sono state denunciate. Accertata la vendita a minorenni di una confezione di artifici pirotecnici, riservati esclusivamente ad adulti. Tutti i prodotti erano esposti tra altro materiale infiammabile costituendo un concreto pericolo per l’incolumità dei clienti e lavoratori stessi

Il materiale sequestrato

Sequestrati 5.000 prodotti pirotecnici detenuti illegalmente, scattano le denunce.

Nell’ambito dei controlli che il Comando Provinciale di Foggia della Guardia di Finanza ha disposto per contrastare le varie forme di illegalità economico-finanziaria, tra le quali l’irregolare commercializzazione di artifici pirotecnici ovvero di prodotti contraffatti e/o privi del marchio CE, i finanzieri della Tenenza di Lucera hanno sequestrato circa 5.000 prodotti pirotecnici, pari a oltre 10 kg di polvere pirica, e denunciato due responsabili alla locale autorità giudiziaria.

Lucera, no ai botti di Capodanno: arriva l’ordinanza del sindaco. Sanzioni fino a 500 euro

In dettaglio, i militari hanno avuto accesso presso un esercizio commerciale della città federiciana dove scoprivano, in flagranza di reato, la vendita a minorenni di una confezione di artifici pirotecnici, riservati esclusivamente a maggiorenni. La successiva attività di perquisizione ha permesso di rinvenire e sequestrare circa 5.000 prodotti pirici, tra cui petardi, mini ciccioli, bengala a pioggia, e altri prodotti pirici, esposti tra altro materiale infiammabile (accendini, fogli di carta, cancelleria, materiale plastico, ecc.), e stoccati in violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro, costituendo un concreto pericolo per l’incolumità dei clienti e degli stessi lavoratori presenti nell'esercizio commerciale.

Continuano i controlli eseguiti nello specifico settore da parte dei finanzieri del Comando Provinciale di Foggia, a riprova dell’attenzione del Corpo per il rispetto delle norme che regolano la produzione e la vendita di materiale a rapida accensione e combustione, sia per la salvaguardia dell’incolumità pubblica che per il contrasto alle pratiche di concorrenza sleale o di commercio illegale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento