Chieuti: sequestrata discarica abusiva di rifiuti speciali e pericolosi

I finanzieri hanno trovato elettrodomestici, inerti provenienti da demolizioni e da lavorazioni artigianali, lastre di eternit contenenti amianto. tre persone denunciate per aver violato l'art 208 del T.U. dell'Ambiente

ambiente

I militari della Brigata della Guardia di Finanza di Torre Fantine hanno sequestrato un terreno di circa mq 1671 del Comune di Chieuti adibito a discarica incontrollata di rifiuti speciali e pericolosi.

Durante l’esercizio di controllo i finanzieri hanno trovato di tutto (vecchi elettrodomestici, inerti provenienti da demolizioni e da lavorazioni artigianali, lastre di eternit contenenti amianto)

Tre persone sono state denunciate in stato di libertà per aver violato l’ art. 208 del Testo Unico dell’Ambiente (d.lvo 152/2006) corrispondente all’art. 256, 3° comma del medesimo decreto.

Art. 256 - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

3. Chiunque realizza o gestisce una discarica non autorizzata è punito con la pena dell'arresto da sei mesi a due anni e con l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro. Si applica la pena dell'arresto da uno a tre anni e dell'ammenda da euro cinquemiladuecento a euro cinquantaduemila se la discarica è destinata, anche in parte, allo smaltimento di rifiuti pericolosi. Alla sentenza di condanna o alla sentenza emessa ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, consegue la confisca dell'area sulla quale è realizzata la discarica abusiva se di proprietà dell'autore o del compartecipe al reato, fatti salvi gli obblighi di bonifica o di ripristino dello stato dei luoghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento