Trovato arsenale d’armi a Cerignola, in un box adibito a market della malavita

La polizia ha arrestato Francesco Russo. Trovati fucili mitragliatori, kalashnikov, pistole, silenziatori, munizioni, un mitragliatore a ciclo continuo con treppiede, uno storditore elettrico, una penna pistola e giubbotti antiproiettili

L'arsenale d'armi ritrovato nel box

Un vero è proprio arsenale da guerra: è quanto hanno rinvenuto gli agenti del commissariato di polizia di Cerignola e la Squadra Mobile di Foggia in un garage della città ofantina. Adibito a supermarket, le armi venivano fotografate, prezzate e catalogate in un album, messo a disposizione dei clienti per essere consultato. Armi che, stando ad una prima ipotesi, si teme possano esser state vendute alla criminalità foggiana, cerignolana e barese per compiere attentati o assalti a portavalori.

Durante il blitz, frutto di un’ampia indagine avviata dopo i fatti di Palagiano, sono state rinvenute e sequestrate dodici armi lunghe, tra cui fucili mitragliatori, kalashnikov, quattro pistole, otto silenziatori, migliaia di munizioni, un mitragliatore a ciclo continuo con treppiede, uno storditore elettrico, una penna pistola e due giubbotti antiproiettili.

Detenzione illegale di armi e ricettazione: sono queste le accuse mosse all’indirizzo di Francesco Russo, classe 1975, arrestato. Il 39enne era già ai domiciliari per gli stessi reati. All’interno del box, gli agenti hanno trovato anche una Skoda risultata rubata nel 2010, due moto di cui una rubata, varie targhe straniere e alcuni reperti archeologici sui quali sono in corso ulteriori accertamenti.

Le indagini proseguono per risalire ai canali utilizzati da Russo per il reperimento dell’arsenale ad altissimo potenziale e all’identità degli acquirenti delle armi, alcune delle quali, tra quelle inserite nei cataloghi, sarebbero state già vendute.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Grave attentato nel Foggiano: aperti bocchettoni dei silos di un'azienda, migliaia di litri di vino dispersi nelle campagne

Torna su
FoggiaToday è in caricamento