Fucili mitragliatori, pistole e droga: scoperto un "arsenale mobile" all'interno di un camper

E' accaduto a San Severo. Sequestrati due fucili mitragliatori AK 47 e tre pistole con relativo munizionamento. Recuperati anche caschi e passamontagna e un ingente quantitativo di droga: hashish, marijuana, cocaina e eroina

Il materiale sequestrato a San Severo

Un vero e proprio "arsenale mobile", nascosto all'interno di un camper, peraltro  destinatario di un provvedimento di sequestro, in quanto utilizzato per commettere una truffa a Reggio Emilia.

E' quanto scoperto dai carabinieri, nel corso dei consueti servizi di controllo straordinario del territorio disposti nella zona di San Severo e dell'Alto Tavoliere, che continua ad essere presidiata  con numerose pattuglie lungo le principali vie di comunicazione, intensificando anche le perlustrazioni nelle campagne.

Nel corso di tali servizi i militari si sono concentrati su alcune aree della città procedendo a un capillare controllo dei veicoli. I carabinieri hanno quindi individuato un'auto risultata provento di furto e, poco distante, hanno notato un camper, regolarmente parcheggiato lungo la strada. Gli accertamenti effettuati hanno consentito di verificare che il camper era destinatario di un provvedimento di sequestro, in quanto utilizzato per commettere una truffa a Reggio Emilia.

I militari hanno allora proceduto ad un controllo più approfondito, e all’interno del mezzo hanno scoperto un vero e proprio arsenale, composto da due micidiali fucili mitragliatori AK 47, completi di caricatori e cartucce, e tre pistole con il relativo munizionamento. Oltre alle armi, sono stati anche recuperati due caschi e diversi passamontagna, nonché un ingente quantitativo di droga, composto da 4 kg di hashish, 2 kg di marijuana, circa 500 gr di cocaina e 200 gr di eroina.

Il mezzo e tutto il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro, e si è immediatamente proceduto ai primi accertamenti per l’esaltazione di impronte e la ricerca di ogni utile elemento per individuare i responsabili. Le armi saranno inoltre inviate al R.I.S. per compiere ulteriori e più approfonditi accertamenti, anche finalizzati a verificare il loro eventuale utilizzo in possibili delitti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento