Forestale ferma cacciatori nel Parco del Gargano: sequestrate armi e munizioni

Gli agenti del Corpo Forestale di San Nicandro hanno controllato due uomini a bordo di un’autovettura sospetta vicino il lago di Lesina

Le armi e le munizioni sequestrate

Nel corso dell'ordinario controllo del territorio - in località Sant'Andrea - Cauto del "Bosco Isola" - uno dei lembi di macchia mediterranea più estesi e ben conservati, ubicato sull'istmo dunoso che separa il lago di Lesina dal mare Adriatico, gli uomini del Comando Stazione parco di San Nicandro Garganico hanno fermato un'autovettura sospetta con a bordo due uomini, con il tipico abbigliamento dei cacciatori.

Uno dei due, residente fuori regione, aveva introdotto armi e munizioni all'interno dell'area protetta, senza alcuna autorizzazione. Per di più, uno dei due fucili rinvenuti nell'auto, munito pure di cannocchiale, è risultato illecitamente alterato per l'uso di un riduttore di calibro che, aumentando la lunghezza della canna, aumenta anche la precisione di tiro dell'arma. Il cacciatore è stato denunciato a piede libero all'Autorità Giudiziaria e le armi e munizioni trovate sottoposte a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato con un buco in testa: è dell'uomo scomparso a San Severo, non si esclude l'ipotesi omicidio

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Cacciatori tendono la trappola ai ladri di moto: in quattro tornano per recuperarle, ma vengono beccati e arrestati

  • Grave incidente stradale a Lucera, Lancia Musa si schianta contro un muretto: 22enne perde la vita

  • Bombe ed estorsioni, quattro arresti a Foggia. Sequestrati 11 ordigni e 'l'agenda' con nomi e cifre

  • Incredibile al porto di Manfredonia: dimentica di azionare il freno a mano e finisce in mare, sono salvi i due ragazzi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento