Pugno duro della Polizia Locale: sequestrate bancarelle e 400 kg di prodotti ortofrutticoli

Nelle giornate di mercoledì 5 e giovedì 6 luglio, effettuate una serie di attività mirate al contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale su area pubblica, elevando sanzioni ed effettuando importanti sequestri

IMMAGINE DI REPERTORIO

Più di 400 kg di prodotti ortofrutticoli e numerosi pezzi di merce diversa sono stati sequestrati dalla Polizia Locale nell'ambito di una serie di operazioni atte a contrastare il fenomeno dell'abusivismo commerciale, in alcune zone di Foggia.

Nelle giornate di mercoledì 5 e giovedì 6 luglio, infatti, la Polizia Locale ha effettuato, insieme alle Forze dell’Ordine, una serie di attività mirate al contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale su area pubblica. Nel corso degli interventi sono stati controllati numerosi ambulanti in vari punti del territorio urbano, alcuni dei quali sono risultati non in regola con le norme del Codice del Commercio.

Nel corso delle operazioni sono state accertate 3 violazioni amministrative pecuniarie per un importo pari a 15mila euro. Sono stati inoltre effettuati 3 sequestri amministrativi di prodotti ortofrutticoli, per un totale di 404 kg, assoggettati a distruzione in quanto inidonei al consumo e  52 pezzi di merce diversa.

Ai titolari di licenza per la vendita itinerante sono state ribadite le disposizioni contenute nel Piano comunale del commercio su area pubblica in merito alle modalità di vendita ed al perimetro entro il quale anche tale vendita itinerante è vietata. “Si tratta di iniziative che rientrano in quell’attività che l’Amministrazione comunale, attraverso il Corpo di Polizia Locale, sta mettendo in campo al fine di combattere l’odioso e grave fenomeno dell’abusivismo commerciale", commenta il sindaco di Foggia, Franco Landella.

"L’entità delle sanzioni elevate e la quantità di merce sequestrata confermano l’opportunità e la necessità di procedere su questa strada. Un grazie va a tutti coloro i quali sono stati impegnati nelle operazioni: dagli agenti della Polizia Locale a quelli Forze dell’Ordine che hanno partecipato attivamente ad un lavoro che punta ad affermare regole certe e cultura della legalità”.

“L’impegno che stiamo portando avanti su questo fronte, e che proseguirà nelle prossime settimane, assume una particolare valenza per la nostra comunità. Non solo nell’ottica della legalità, ma anche sottraendo a questo tipo di vendita prodotti di dubbia provenienza e potenzialmente dannosi per la salute dei consumatori", aggiunge l’assessore comunale con delega alla Polizia Locale, Claudio Amorese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anche in questa direzione stiamo portando avanti i contenuti del Protocollo d’Intesa siglato recentemente con la Prefettura e le associazioni di categoria, per difendere chi rispetta le regole e punire chi trasgredisce. Mi associo al ringraziamento rivolto dal sindaco alla Polizia Locale e alle Forze dell’Ordine, la cui sinergia è un valore aggiunto decisivo e fondamentale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento