Abitanti di una strada terrorizzati da "Ricciolino", condannato a 2 anni e 8 mesi: "Riconosciuta efferatezza del disegno criminale"

L'avv. Fischetti: "Il giudice ha riconosciuto l’efferatezza del disegno criminale ordito nei confronti dei miei assistiti”. Rigettate 8 istanze finalizzate alla sostituzione della misura in carcere con altra meno afflittiva

Immagine di repertorio

Pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione, più 250 euro di multa, oltre al pagamento delle spese di giustizia. Si è pronunciato così, lo scorso 17 gennaio, il giudice del Tribunale di Foggia nei confronti di Antonio Pio Prencipe, classe 1972, nullafacente, soprannominato 'Il Ricciolino', persona nota alle forze di polizia per essere anche stato vittima di un tentato omicidio a colpi di ascia sul corso principale di Mattinata.

L’uomo è stato ritenuto responsabile di una serie di reati - dagli atti persecutori, al danneggiamento a seguito di incendio, passando per l’esercizio arbitrario delle proprie ragioni - messi in atto nei confronti di alcune famiglie dimoranti in una remota contrada di campagna.

“In questo caso - ha spiegato il difensore delle persone offese, l’avvocato Pierpaolo Fischetti - la giustizia ha funzionato bene, in modo netto e in tempi rapidi". Il fatto risale alla scorsa estate, questa la sentenza di primo grado. "Dal momento dell’arresto - riprende l'avvocato - Prencipe non è mai uscito dal carcere, avendo riconosciuto il giudice l’efferatezza e la lucidità del disegno criminale ordito nei confronti dei miei assistiti”. In particolare, il giudice ha rigettato ben 8 istanze a favore del 46enne finalizzate alla sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere con altra meno afflittiva.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento