Scioglimento Cerignola, il dolore di Libera Puglia: "Ora fare rete, negli spazi vuoti si annidano le mafie"

Il commento del coordinamento regionale dell'associazione di Don Ciotti alla notizia dello scioglimento del consiglio comunale ofantino per infiltrazioni mafiose

Nota del coordinamento di Libera Puglia sullo scioglimento del Comune di Cerignola per condizionamenti mafiosi: "Quanto emerso dagli atti, che in queste ore hanno decretato lo scioglimento del consiglio comunale della città di Cerignola (FG) per infiltrazioni mafiose, contiene il carico di una decisione che ci inchioda a una realtà drammatica. Per quanto già precedentemente percepita, questa realtà racconta di una presenza criminale e mafiosa sostanziale, che condiziona la vita dell'intera comunità, governandone processi economici e dettandone agende politiche. Davanti a questa violazione della democrazia e delle Istituzioni, Libera Puglia non può che esprimere tutto il proprio dolore e la preoccupazione per la comunità toccata da questa situazione, nella consapevolezza che lo Stato saprà agire per debellare situazioni di ambiguità e collusione".

"Siamo grati, pertanto, a chi ha lavorato per riaffermare la legalità a Palazzo di Città. Resta la consapevolezza che ciascuno debba, anche in questa situazione dolorosa, continuare a fare la propria parte, impegnandosi per raggiungere gli obiettivi alti e necessari a una società che possa dirsi davvero libera dalle mafie: lotta alla corruzione e applicazione di azioni volte al raggiungimento di una giustizia sociale rispondente soprattutto alle esigenze dei cittadini più deboli e più fragili. Oggi più che mai riteniamo fondamentale la creazione di un processo partecipativo, di rete reale tra le varie anime della popolazione, consci che soltanto rafforzando i legami di una comunità si possano occupare gli "spazi vuoti" in cui si annidano e proliferano le mafie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento